Excite

Adozioni aperte ai single, lo dice la Cassazione

La Cassazione ieri ha depositato una sentenza secondo la quale in casi eccezionali un minore straniero può anche essere adottato da un single, anche se questa adozione in Italia non avrà un riconoscimento 'legittimante'. Tutto è partito dall'adozione di una bimba russa da parte di una donna single di Genova, alla quale il Tribunale aveva riconosciuto solo l'adozione 'speciale'.

I giudici hanno precisato che l'adozione legittimante è consentita solo a coniugi uniti in matrimonio, ma hanno anche spiegato che la Convenzione di Strasburgo sui fanciulli del 1967, la quale detta le linee guida in materia di adozioni, non prevede nulla in contrario, dunque 'il legislatore nazionale ben potrebbe provvedere, nel concorso di particolari circostanze, ad un ampliamento dell'ambito di ammissibilità dell'adozione di minore da parte di una singola persona anche con gli effetti dell'adozione legittimante'.

La Corte di Cassazione, dunque, invita il Parlamento italiano ad aprire alle adozioni di minori da parte dei single, seppur con le dovute cautele. Come si legge su Il Corriere della Sera, il presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, il cardinale Ennio Antonelli, ha manifestato diverse perplessità. Secondo il cardinale Antonelli, nei procedimenti di adozione 'in linea generale, la priorità è il bene del bambino, che esige un padre e una madre'. Antonelli ha sottolineato: 'Non conosco nel dettaglio questo caso e il pronunciamento della Suprema Corte. Ma in linea generale ogni bambino ha diritto a una madre e a un padre: questa dovrebbe essere la normalità'.

La sentenza è stata commentata ai microfoni di Radio 24 anche il presidente del Tribunale per i minorenni di Roma, Melita Cavallo. Il presidente del Tribunale per i minorenni ha detto: 'Io ritengo che un bambino abbia diritto a una famiglia composta da un padre e da una madre. L'attuale legislazione già prevede l'adozione alle persone singole ma soltanto in casi particolari. Vale a dire che non le mette alla pari con la coppia ma se questo bambino ha un rapporto molto forte, molto significativo con una persona singola, quel rapporto viene salvaguardato e viene data l'adozione alla persona singola. Secondo me non c'è bisogno di colmare alcun vuoto normativo perché il vuoto è già colmato dall'articolo 44 lettera d della legge 184 del 1983'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016