Excite

Afghanistan, muore un altro italiano

Una nota dello Stato maggiore della Difesa ha annunciato, poche ore fa, la morte di un altro italiano in Afghanistan. La democrazia in quei paesi non l'ha richiesta il popolo, con manifestazioni come sta avvenendo in Nordafrica, lì la democrazia è stata esportata, ma sembra che ci siano ancora molti dubbi rispetto a questo metodo.

L'incertezza arriva quando bisogna contare il 37esimo morto italiano in missione di pace. Secondo le prime notizie una bomba artigianale ha colpito un veicolo blindato della Lince della Task Force Center, del quinto reggimento alpini. I militari si trovavano nella zona di Shindand, nell'ovest del Paese, e stavano rientrando da un'operazione di assistenza medica alla popolazione locale.

L'ordigno improvvisato è una delle armi più utilizzate dai ribelli per colpire le vittime civile, ma anche i militari. Quest'attacco ha provocato la morte di uno dei cinque alpini, mentre gli altri sono stati ricoverati a causa delle ferite riportate dopo lo scoppio.

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha voluto esprimere, immediatamente il suo cordoglio: 'Apprendo con profonda commozione la notizia del gravissimo attentato perpetrato a Shindand, in Afghanistan, contro il contingente italiano impegnato nella missione internazionale Isaf. Solidale partecipazione al dolore dei famigliari del caduto e un affettuoso augurio ai militari feriti'.

Anche Silvio Berlusconi è intervenuto in merito alla triste tragedia: 'E' un tormento, un calvario e tutte le volte ci si chiede se questo sacrificio che impegna il parlamento con voto unanime e tutto il popolo italiano ad essere lì in un Paese ancora medioevale sia uno sforzo che andrà in porto'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016