Excite

Alcolici, pubblicità limitata

Nelle prossime settimane il ministro della Solidarieta' Sociale Paolo Ferrero presenterà in Consiglio dei ministri una proposta di legge per limitare la pubblicità degli alcolici.

"L'alcool – ha detto il Ministro al Work Shop organizzato dall'Istituto superiore di Sanità - è una fonte di morte più alta di molte droghe, incide pesantemente sugli organi: si discute tanto sulla cannabis ma non sono stati accertati decessi per cannabis negli ultimi 150 anni".
Secondo i dati dell'Istituto superiore di sanità, prodotti in collaborazione con l'Oms e l'Università di Toronto, ogni anno muoiono a causa dell'alcol nel nostro paese circa 25mila persone.

"Abbiamo predisposto un Ddl che vieta la pubblicità degli alcolici in televisione e nei giornali per ragazzi. Resterà solo la possibilità di informare sulle caratteristiche del prodotto. Vietate anche espressioni come "il vino fa bene alla salute" o "con questa bevanda vai a 100 all'ora".
Per Ferrero bisogna assolutamente "rompere il legame nella costruzione dell'immaginario giovanile tra consumo della sostanza e benessere, capacità di costruire relazioni e avere successo nel gruppo".

Sotto controllo anche le etichette degli alcolici, che dovranno contenere un messaggio di tipo informativo, ad esempio sui danni alla salute derivanti dall'abuso di alcol.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017