Excite

Alemanno a Excite: "Incidente Mussolini? Non è caduta"

  • Infophoto

Che l'incidente occorso l'altro giorno ad Alessandra Mussolini - che ha rischiato di essere inghiottita con auto e figlio da una voragine apertasi sulla strada - avrebbe sollevato un polverone mediatico era abbastanza facile da prevedere e infatti dopo che diversi giornali e siti internet hanno riportato la notizia è arrivata la risposta del sindaco Gianni Alemanno, chiamato in causa dalla stessa deputata Pdl: "Che vergogna. Il sindaco venga a farsi un giro a vedere le strade di Roma".

In particolare, a noi di Excite il primo cittadino ha fatto notare su Twitter che

sottolineando che alla fine non è successo niente e che comunque il Campidoglio non c'entra nulla con il dissesto del manto stradale della zona dove è - quasi, per essere precisi - avvenuto l'incidente.

Alessandra Mussolini rischia di finire in una voragine a Roma

Una risposta che però, in realtà, non avrebbe motivo di essere, dal momento che l'articolo al quale fa riferimento il sindaco Alemanno riporta che il Capogruppo Pdl del III Municipio, Alessandro Zingaretti, in una nota diffusa dall'Agenzia Parlamentare se l'è presa con "l'inerzia del presidente Marcucci", sottolineando che anche "in caso di esaurimento dei fondi necessari alla manutenzione" avrebbe potuto rivolgersi al Dipartimento Lavori Pubblici capitolino, che è sempre stato sollecito e non ha mai "fatto mancare il suo diretto intervento per riparare danni al manto stradale quando da parte dei governi locali non si disponeva delle risorse per farlo autonomamente". Ovvero: ha sbagliato il Municipio III, che dello stato del manto stradale nella zona in questione, davanti a Villa Torlonia, è responsabile, e ha sbagliato due volte perché "in questo caso specifico", afferma ancora Zingaretti, "nessuna richiesta di intervento o segnalazione di urgenza è partita dagli uffici municipali diretta al Dipartimento", che invece è pronto a intervenire in aiuto delle amministrazioni locali.

Il 'giallo' del video di Alessandra Mussolini e Roberto Fiore

Nessuna accusa, dunque, al sindaco Alemanno e a Roma Capitale, ma un semplice resoconto dei fatti: la buca - e pure grossa - c'era e Alessandra Mussolini ha rischiato davvero di caderci dentro. Certo, il fatto che a denunciare l'episodio sia stata lei e non un cittadino qualunque ha sicuramente dato maggiore risonanza mediatica a tutta la vicenda, ma questo non toglie che il rischio sia stato corso. E meno male che alla fine "la Mussolini non è caduta nella buca", come ha scritto il sindaco Alemanno.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017