Excite

Alessandra Moretti contro Rosy Bindi, stoccata sull’aspetto fisico: "Ha mortificato la bellezza", polemiche in rete

  • Facebook

La “rottamazione” passa anche per le picconate alla vecchia rappresentanza femminile della sinistra italiana, con un fuoco amico su fondatrici ed esponenti di vertice dell’ormai ristrutturato Partito Democratico.

Alessandra Moretti, gossip scatenato sull'esponente del Pd dopo le foto con Giletti

Capofila della nuova scuola di pensiero della Renzi generation”, nonostante un percorso non proprio da renziana doc, la candidata alla presidenza del Veneto ed ex vicesindaco di Vicenza, Alessandra Moretti.

Obiettivo numero uno della campagna di rinnovamento, o repulisti che dir si voglia, nella dirigenza Pd è la “ribelle” Rosy Bindi, ancora una volta oggetto di critiche per motivi solo in parte legati alla dialettica politica.

Esulando dal tema del dibattito interno al centrosinistra su prospettive di governo, gestione della leadeship e del dissenso delle minoranze, l’eurodeputato con ambizioni da governatore di una regione storicamente conservatrice ha puntato l’indice contro la collega, sebbene in maniera indiretta.

“Lo stile della Bindi mortificava la bellezza, era austero ma i tempi per fortuna sono cambiati” ha dichiarato Alessandra Moretti in un’intervista concessa al Corriere della Sera destinata a riaccendere la polemica su metodi ed argomenti delle giovani ministre del governo Renzi, molto spesso paragonate più o meno velatamente alle tanto vituperate Carfagna e Gelmini, simboli del berlusconismo.

(Alessandra Moretti e lo stile "lady like", critiche pesanti a Rosy Bindi: video)

Difficile che la destinataria delle critiche, abituata a ricevere stoccate poco eleganti in merito al suo aspetto fisico dalla controparte politica (fresca, a diversi anni di distanza, è la memoria del “sempre più bella che intelligente" di Berlusconi da Vespa) e non certo dalle compagne di partito.

Come interpretare la frase “io, Marianna Madia e Maria Elena Boschi abbiamo uno stile lady like o ancora “dobbiamo essere, belle, brave ed eleganti senza leggere tra le righe una sorta di schiaffo morale a quella che il centrodestra berlusconiano definiva velenosamente “sinistra bacchettona”?

“Vado ogni settimana dall’estetista, faccio le meches, la tinta e tutto il resto” ha aggiunto orgogliosamente la Moretti, quasi per rincarare la dose nei confronti di chi, non curando il proprio aspetto, ha appunto “mortificato la bellezza e magari in qualche modo danneggiato il Pd.

A giudicare dalle reazioni documentate in queste ore da Twitter la base democratica, tradizionalmente sensibile alla questione femminile ed all’immagine pubblica della donna, avrebbe preferito altri argomenti, più politici e meno personali, per motivare l’esigenza di rottamare la classe dirigente del passato.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017