Excite

Alessandra Moretti e Paola Taverna, profili Twitter rubati: frasi oscene e insulti inseriti da hacker

  • Getty Images

Di pessimo gusto e non privo di conseguenze legali lo scherzo fatto dagli hacker nei confronti di Alessandra Moretti e Paola Taverna, elette in Parlamento rispettivamente nelle liste del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle.

Paola Taverna, parole pesanti in Senato contro Berlusconi: video

Volgari riferimenti sessuali e insulti alla parte politica avversa, sempre sul filone sexy, erano stati inseriti nottetempo dai “burloni” di turno nei profili Twitter delle due donne, una deputata alla Camera e l’altra senatrice da questa legislatura, subito presentatesi alla Polizia Postale per denunciare l’accaduto.

Moretti e altre deputate del Pd insultate da un esponente del M5S

Nei falsi cinguettii della rappresentante del Pd si leggeva “è vero, siamo tutte brave a fare i p…pini senza eccezioni, esclusa forse la Taverna, mentre il tweet della finta portavoce del M5S inneggiava all’arte del sesso orale per insultare le colleghe del gruppo dei democratici sull’ormai inflazionato tema hot.

Come sempre accade in simili casi, il popolo del web aveva prontamente abboccato all’esca tesa dagli esperti di hackeraggio, alimentando per qualche ora il consueto tiro al bersaglio contro questo o quel personaggio più o meno inviso ad una fetta dell’opinione pubblica, a seconda delle simpatie e degli orientamenti politici del momento.

“Se sono questi i mezzi coi quali volete fermare il Movimento 5 Stelle, vi dovete vergognare” ha commentato Paola Taverna dalla sua pagina Facebook in mattinata, mentre l’ex vicesindaco democratico di Vicenza ha confermato di aver regolarmente sporto la denuncia alle autorità competenti per risalire ai responsabili dell’azione illegale compiuta la notte scorsa, intorno alle due circa, ai suoi danni in rete.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017