Excite

Amici-nemici: Feltri e Sallusti ai ferri corti

Il Pd una cosa l'ha insegnata, che si può litigare anche facendo parte dello stesso schieramento politico. La lezione è stata subito appresa da Alessandro Sallusti, il direttore de Il Giornale, che ha lanciato delle accuse 'molto pesanti' verso il suo predecessore.

Il video della replica di Vittorio Feltri a Sallusti

Da quando Vittorio Feltri e Maurizio Belpietro dirigono il quotidiano 'Libero' sono diventati spietati e la loro prima uscita è stata un frecciatina a chi è pagato per essere a favore del suo editore, nel caso di Sallusti si tratta di Silvio Berlusconi. I due, invece, hanno in mano le quote del proprio giornale e quindi sono schierati e indipendenti. Per questo la gara tra i due direttori è incentrata sul rispondere ad una domanda: 'Chi è più berlusconiano?'

Sallusti, in uno degli ultimi editoriali, ha attaccato il suo nemico con un colpo basso, accusandolo di essere un volta bandiera, contro Berlusconi: 'A cambiare bandiera è anche Vittorio Feltri. Il giornalista, fino a ieri tra i più autorevoli sostenitori del premier, in un incontro pubblico a Cortina, ha detto che Silvio Berlusconi non ha i numeri per candidarsi a capo dello Stato e che sarebbe addirittura meglio che non si ricandidasse neppure a premier. Fini, Bocchino e Di Pietro possono contare su un nuovo alleato?'

Un'accusa troppo grave, che ha meritato, non solo un articolo su Libero, ma anche un video su YouTube per rafforzare la propria difesa, Vittorio Feltri ha spiegato: 'Io sono sempre stato berlusconiano ma è chiaro che nella vita c'è sempre qualcuno più berlusconiano di te e di solito quello che recita questo ruolo è uno che è arrivato all'ultimo momento e Sallusti è uno di questi. Io sono berlusconiano da oltre vent'anni, sono convinto che sia mio diritto criticare Berlusconi quando fa qualche cosa che ritengo sbagliata. Un vero amico è quello che ti dice: attento, hai una fogliolina di prezzemolo tra i denti, non quello che fa finta di niente'.

Il dibattito continua, perché lo stesso direttore de 'Il Giornale' ha di nuovo replicato: 'Quello che non ho gradito, in­vece è che ieri Feltri ci ha dato dei bugiardi. Tutto qui, non siamo bugiardi semmai sospettosi e irriverenti. Prendia­mo atto che ieri Feltri ha detto di essere fermamente berlusconia­no. Meglio per tutti soprattutto per Berlusconi'. E non finisce qui, nuove sorprese si preannunciano per aggiudicarsi le attenzione del Premier.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016