Excite

Amministrative 2011, Milano verso il ballottaggio. Berlusconi: 'Clima d'odio'

A Milano si attende il ballottaggio per l'elezione del sindaco. A quanto pare tra i sostenitori del candidato del Pd Giuliano Pisapia e quelli del sindaco uscente Letizia Moratti (Pdl) è alta la tensione.

Ieri il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si è recato all'ospedale San Carlo di Milano per fare visita a Franca Rizzi, madre dell'assessore comunale del Pdl spintonata sabato mattina al mercato di via Osoppo dove era in programma un appuntamento elettorale del sindaco uscente. E proprio all'uscita dell'ospedale, il premier ha detto ai giornalisti: 'Nella politica c'è un clima da guerra civile'.

Pisapia ha escluso che ad aggredire Franca Rizzi sia stato un militante del Pd e ha poi denunciato l'aggressione di due suoi sostenitori, sempre sabato, in via Osoppo e poi in piazzale Cordusio.

Ma a quanto pare, di ora in ora in città le aggressioni sono aumentate. Sembra che nel pomeriggio di ieri una simpatizzante del Pdl sia stata aggredita in piazza Frattini, mentre nella notte sono state bruciate le bandiere del Pdl esposte fuori dal gazebo del consigliere comunale Giulio Gallera. E Pisapia ha chiesto e ottenuto per questa mattina un incontro con il questore affinché si prendano tutte le misure utili a rassenare gli animi.

Parlando del clima preoccupante che si respira in città, il presidente del Consiglio ha detto: 'Abbiamo avuto una quasi invasione di militanti provenienti da tante parti d'Italia a sostegno dell'estrema sinistra e di Pisapia'. E ha poi aggiunto che anche nei suoi confronti ogni volta che c'è un appuntamento che viene conosciuto anticipatamente c'è sempre una banda di ragazzotti che ne dice di tutti i colori. 'Credo proprio - ha affermato il Cavaliere - che tutte le persone democratiche e moderate di Milano debbano veramente pensare se conviene consegnare la città all'estrema sinistra, che è vicina ai centri sociali, ai violenti, ai facinorosi. Questa sinistra non è socialdemocratica ma estrema'. E ancora: 'Se Milano diventasse la Stalingrado d'Italia credo che farebbe male ai milanesi e a tutto il Paese'.

Berlusconi ha poi voluto sottolineare che qualunque sarà l'esito del ballottaggio a Milano, il governo non ha nulla da temere. Il premier ha detto: 'Le elezioni milanesi non hanno assolutamente peso per quel che riguarda la continuità del nostro governo. Andremo avanti fino alla fine della legislatura e faremo le riforme che abbiamo promesso ai cittadini e che abbiamo in programma'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016