Excite

Anas, Luigi Meduri arrestato per corruzione: fu sottosegretario alle Infrastrutture

  • Twitter @si24.it

Luigi Meduri, ex sottosegretario alle Infrastrutture ed ex presidente della regione Calabria, è uno dei dieci destinatari di una ordinanza di custodia cautelare nell'ambito dell'inchiesta della procura di Roma denominata 'dama nera', che ha fatto luce su un sistema di appalti Anas.

Insieme a Luigi Meduri, la Guardia di Finanza ha arrestato anche Antonella Accroianò, Oreste De Grossi, Sergio Lagrotteria, Giovanni Parlato, Antonino Ferrante, Eugenio Battaglia, Concetto Bosco Logiudice, Francesco Costanzo e Giuliano Vidoni.

Marino in Procura, interrogato sugli scontrini

Secondo quanto riferisce l'Ansa, i reati in ballo sono quelli di associazione per delinquere, corruzione per l'esercizio della funzione e per atto contrario ai doveri di ufficio, induzione e voto di scambio.

Il giudice per le indagini preliminari ha inoltre disposto sequestri per un totale di 200mila euro. La gdf ha eseguito quest'oggi perquisizioni in varie regioni d'Italia: Lazio, Calabria, Puglia, Campania, Sicilia, Friuli, Toscana, Umbria, Piemonte, Veneto e Abruzzo.

Le ordinanze di custodia cautelare sono partite 'sulla scorta degli elementi di reità acquisiti nel corso delle indagini svolte dagli uomini del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza, coordinati dalla procura di Roma'.

Sul nuovo scandalo corruzione è intervenuto anche il presidente del consiglio Matteo Renzi, che in una intervista rilasciata al Tg2 ha scaricato gli accusati.

'C'è il rispetto per gli indagati, ma, per quel che ci riguarda, chi in una azienda pubblica sbaglia deve essere cacciato, in questi casi il perdono non esiste', le parole di Renzi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017