Excite

Appartamento Montecarlo, chiesta l'archiviazione per Fini

Svolta nella vicenda della 'casa di Montecarlo'. I pm hanno chiesto l'archiviazione del procedimento penale a carico del leader di Futuro e Libertà e dell'ex tesoriere di An Francesco Pontone.

Il procuratore della Repubblica di Roma, Giovanni Ferrara, e l'aggiunto Pierfilippo Laviani hanno infatti appurato l'insussitenza di azioni fraudolente relativamente all'alienazione dell'immobile di proprietà di Alleanza Nazionale a una società offshore presieduta da Giancarlo Tulliani (cognato di Fini).

L'inchiesta era venuta in essere a seguito della 'denuncia' di Francesco Storace, che aveva chiesto di verificare che l'immobile ceduto a terzi non fosse stato svenduto per un prezzo inferiore al valore della casa stessa.

Le richieste dell'ex governatore del Lazio non sono stata accolte dai magistrati, che in merito alla vicenda hanno dichiarato: 'Qualsivoglia doglianza sulla vendita a prezzo inferiore non compete al giudice penale ed è eventualmente azionabile nella competente sede civile'.

Le esternazioni dei pm hanno rallegrato considerevolmente il fronte finiano.

Il senatore Pontone, coinvolto nella vicenda, si è detto 'contento e soddisfatto', visto 'che è stato dimostrato che è stato dimostrato che si tratta di un'azione sballata presa contro il presidente della Camera, Gianfranco Fini' e contro la sua persona. Altrettanto raggiante il vicepresidente di Fli Benedetto Dalla Vedova che si è lasciato andare ad un semplice 'E andiamo avanti'.

Di tenore diverso il commento di Feltri, che a suo tempo aveva infierito considerevolmente su Fini. Il direttore de 'Il Giornale' ha dichiarato di non aver compreso la decisione della procura, auspicando comunque un ulteriore chiarimento che possa rivelarsi esaustivo agli occhi degli italiani.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016