Excite

Azzollini, Renzi: "Senato non è il passacarte della Procura di Trani"

  • Getty Images

Scontro aperto fra Matteo Renzi e Dario Stefano, il presidente della Giunta per le immunità, sul caso Antono Azzollini, il senatore del ncd coinvolto nella bancarotta della clinica 'Divina Provvidenza' e salvato dall'arresto dal voto di Palazzo Madama.

"Il Senato non è il passacarte della Procura di Trani", le parole del presidente del consiglio "Non si sta parlando mica al bar dello sport, ma di argomenticome la libertà, o meno".

Azzollini: no all'arresto

Per il premier le leggi ci sono. "La Costituzione dice: fumus persecutionis o no. Il parere della Giunta era diverso da quello del capogruppo Zanda, che ha lasciato libertà di coscienza".

Per Matteo Renzi il fumus persecutionis ci potrebbe essere perché si tratta di una questione non semplice. "io credo alla buona fede dei senatori, che hanno votato dopo aver consultato le carte".

Parole che hanno fatto andare su tutte le furie Dario Stefano, presidente della Giunta per le immunità, che ha parlato di punto di vista imbarazzante da parte di Matteo Renzi.

Il senatore di ecologia e libertà ha invitato Renzi a conservare equidistanza, oltre che a rispettare l'autonomia delle Camere in materia di immunità. No alle invasioni di campo, dunque.

"Il parere di Renzi è imbarazzante, superficiale e affrettato", le parole di Stefano "Regole di correttezza istituzionale dovrebbero imporre al presidente del consiglio di evitare commenti sul lavoro delle camere in queste materie. Il lavoro della Giunta va rispettato".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017