Excite

"Ballarò", bagarre tra gli ospiti in studio sul caso "Noemi"

Tema della puntata della trasmissione "Ballarò" condotta da Giovanni Floris e andata in onda ieri sera, il caso "Noemi". Inutile dire che si è scatenato un vero e proprio putiferio. Non c'è dubbio ormai, lo scandalo che ha visto coinvolti il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e la giovane ragazza napoletana Noemi Letizia infiamma ormai ogni dibattito.

Dopo non molto tempo dall'inizio della trasmissione tra gli ospiti in sudio si è accesa una vera e propria bagarre. Il ministro della Cultura Sandro Bondi ha accusato il quotidiano La Repubblica di "rimestare nella pattumiera", a quel punto pronta è stata la reazione del direttore del quotidiano Ezio Mauro e del segretario del PD Dario Franceschini.

Guarda il video del ministro della Cultura Sandro Bondi contro gli ospiti in studio

Secondo Bondi "la sinistra non essendo riuscita a sconfiggere Berlusconi sul versante giudiziario ora ci prova sul privato". Il ministro della Cultura si è scagliato come un dardo contro il direttore de La Repubblica e ha insinuato che il quotidiano possa aver pagato l'ex ragazzo di Noemi per l'intervista pubblicata domenica. Le parole di Bondi hanno fatto infuriare Ezio Mauro, secondo il quale il ministro aveva perso la testa. Sulla questione è intervenuto anche un altro ospite, Marco Pannella, ma con toni ben diversi. Pannella ha, infatti, sottolineato: "Quando l'argomento è piccolo ci sono le risse".

A scontrarsi, però, non sono stati solo Bondi e Mauro. Una diatriba si è accesa anche tra Franceschini e il direttore di Panorama Maurizio Belpietro. Riferendosi a Belpietro il segretario del PD ha detto: "Quello che mi preoccupa è l'intolleranza verso la stampa libera e non Noemi. Vedo un fastidio micidiale verso le inchieste e stasera contro il direttore di Repubblica è stato aperto un fuoco di fila da un giornalista che per la cronaca è un dipendente di Berlusconi". A queste parole il direttore di Panorama ha subito replicato: "Io non sono dipendente di Berlusconi, ma della mia coscienza. Lei non ha titoli per darmi lezioni di indipendenza. Quando pubblicai la vicenda che riguardava il portavoce di Prodi fui assalito da tutti".

Un contraddittorio ha, infine, interessato anche i due giornalisti ospiti della trasmissione, Ezio Mauro e Maurizio Belpietro. Quando, infatti, Mauro ha detto che "con le 10 domande poste chiedo solo di sapere la verità: un uomo politico non può dire bugie, mentre invece c'è una sfilza di contraddizioni, un castello di bugie", Belpietro ha così replicato: "Quelle domande non sono domande dirette, ma provocatorie, insinuanti. E poi ti basi su quello che ha detto un ragazzo che ha avuto una condanna, che ha problemi con la giustizia. Voi avete verificato il casellario giudiziario?".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016