Excite

Ballarò, Benigni ospite della prima puntata dell'era Giannini: "Renzi fa cose incredibili, uno che è riuscito a far vincere il Pd è capace di tutto" [VIDEO]

  • Rai

UPDATE 17 settembre 2014: Il video dell'intervista a Roberto Benigni andata in onda ieri sera a Ballarò non è disponibile sulla piattaforma Rai.tv. Abbiamo indagato sui motivi e, come facilmente immaginabile, è tutta una questione di diritti: "La Rai -ci fanno sapere- non ha avuto l'autorizzazione da parte dell'artista a pubblicare il vod (video on demand)". Ma dove non arrivano le autorizzazioni, arrivano i potenti mezzi del web: trovate l'intervista integrale in fondo al post.

Il video:

---------------------------------------------

Non proprio una copertina (come quelle a cui ci ha abituato negli anni Maurizio Crozza) ma una vera e propria intervista quella a Roberto Benigni nell’attesissima prima puntata del nuovo Ballarò di martedì 16 settembre, condotto da Massimo Giannini che -come risaputo- ha preso il posto di Giovanni Floris passato a La7 nella stessa fascia oraria con “diMartedì”.

Il video dell'intervista di Benigni

Il comico toscano nel complesso si è mostrato abbastanza contenuto. Subito dopo aver salutato Prodi (presente in studio) “...e i suoi fedelissimi 101”, Giannini ha subito chiesto al comico un parere sul premier Matteo Renzi: “ Fa cose incredibili (…) uno che è riuscito a far vincere il PD è capace di tutto" poi si è passati a parlare del malaffare politico con riferimento alle recenti vicende dell’Emilia Romagna (ma anche al Mose e all’Expo): “...bisogna stare attenti a tutta questa criminalità al nord, perchè c’è il rischio che scenda al sud”. Impossibile poi, non parlare di Berlusconi anche se in questo caso il comico ha glissato: “Sono venti anni che rispondo a domande su Berlusconi. Facciamo in modo che non diventino 21” e delle Renzi-girls: “le donne ministro sono veramente un traguardo acquisito, una cosa straordinaria”. Insomma, sul PD, Benigni ha le idee chiare: “il Pd esiste, è l’unico partito che ancora riesce a fare opposizione a Renzi”.

Il finale, poi, tutto dedicato all’Italia del futuro: come vede Benigni l’Italia del 2020? “Io l’Italia nel 2020 la vedo come un paese felice dove la gente lavora, un paese rispettoso della cultura della natura… e questa è la Svizzera. Ma l’Italia la vedo meglio: se noi italiani riprendiamo la nostra natura, quella creativa sorprendente, generosa siamo imbattibili ma dobbiamo camminare insieme. Se ritroviamo questo ce la facciamo ma dobbiamo ricordarci del futuro non del passato… c’è un futuro da costruire insieme ognuno nella sua piccola parte di mondo deve fare la sua parte, magari piccola ma concreta. Bisogna ricordarsi del futuro… -ha concluso- ecco questo potrebbe essere un bello slogan

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017