Excite

Barack Obama: "Sarò il candidato democratico"

Barack Obama ha ottenuto l'investitura democratica per le elezioni presidenziali di novembre, diventando il primo uomo di colore ad avere la possibilità di guidare la Casa Bianca.

"Stanotte è la fine di uno storico viaggio e l'inizio di un altro. Stanotte posso dire, dopo 54 dure battaglie, che sarò il candidato democratico per la presidenza degli Stati Uniti". Il senatore Barack Obama ha proclamato stanotte a St.Paul (Minnesota) la vittoria nella sfida per la candidatura democratica alla Casa Bianca e preso atto di uno storico evento: per la prima volta nella storia americana un candidato nero è ad un passo dalla presidenza.

Scopri tutto su Amber Lee Ettinger, in arte Obama Girl

Obama ha celebrato la sua vittoria in un luogo altamente simbolico: lo stesso palazzo dello sport dove a settembre si svolgerà la convention repubblicana che proclamerà ufficialmente la candidatura del senatore John McCain. Obama, con gesto di sfida, si è preso il gusto di iniziare la fase finale della campagna elettorale, quella contro i repubblicani, dalla "tana" del nemico attaccando il repubblicano per la sua politica troppo simile a quella di George W. Bush. "Non si può parlare di mutamento quando McCain ha votato per George Bush al Senato il 95 per cento delle volte - ha detto Obama - Non è mutamento quando offre altri quattro anni di politiche economiche di Bush. Non è mutamento quando promette di continuare la politica in Iraq che chiede tutto ai nostri coraggiosi soldati e niente ai politici iracheni".

Ha poi reso omaggio a Hillary Clinton,la rivale che neanche stanotte ha voluto ammettere la sconfitta anche se il senatore dell'Illinois ha già superato la soglia magica dei 2.118 delegati. "È una leader che ha ispirato milioni di americani con la sua forza e il suo coraggio - ha detto Obama - Io sono oggi un candidato migliore perchè ho avuto l'onore di competere con Hillary Rodham Clinton".

Obama ha parlato ad una folla di oltre 30 mila persone, 17 mila nello stadio e 15 mila fuori, con il suo tono ispirato e carismatico strappando frequenti applausi e cori del caratteristico "Yes, we can" diventato da tempo il grido di battaglia dei suoi sostenitori. "America, questo è il nostro momento, questo è il nostro tempo - ha detto alla folla - È il momento di voltare la spalle alla politica del passato e di offrire una nuova direzione al paese che amiamo. Il viaggio sarà difficile. La strada sarà lunga. Ma se restiamo uniti, ce la possiamo fare".

Tempestivo, il ministro degli esteri Franco Frattini ha affermato questa mattina (in un'intervista al programma "Panorama del Giorno" su Canale 5): "Credo che si avvicini la nomination di Obama" (...) "Non conosco Obama, però ho seguito tutta la sua campagna. Ho visto anche che la signora Clinton ha detto 'sto riflettendo sui passi da compiere'. Non ha annunciato il suo ritiro ma certamente credo che si avvicini la nomination di Obama".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016