Excite

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Belsito restituisce lingotti e diamanti alla Lega

  • Excite/YouTube

La mente va dritta a Duilio Poggiolini, vecchio protagonista di Mani Pulite e Tangentopoli, diventato famoso per le 12 ore di perquisizione che furono all'epoca necessarie per scovare il tesoro che nascondeva anche in pouf, cuscini, materassi e divani. Furono sequestrati beni per 39 miliardi, niente a che vedere con le "briciole" fino ad ora restituite da Francesco Belsito, l'ex tesoriere della Lega Nord indagato per riciclaggio, truffa allo Stato e appropriazione indebita.

BORGHEZIO SHOCK: "VENDIAMO SICILIA E CAMPANIA A USA O RUSSIA"

L'accusa parla di 7 milioni di euro sottratti al partito ma, per ora, l'ex autista e buttafuori, ha restituito solo una piccola parte del maltolto. L'ultimo "versamento" consiste in dieci lingotti d'oro e undici diamanti, consegnati ieri da Belsito a un autista del movimento, a quanto pare lo 'choiffeur' in Padania è ruolo di responsabilità.

L'ex amministratore del partito, su consiglio del suo legale, ha consegnato ad i preziosi che aveva e un'auto, l'Audi A6 che il figlio di Umberto, Renzo Bossi, avrebbe utilizzato, stando alle carte dell'inchiesta, per un periodo e poi restituito allo stesso Belsito. Il carico a bordo della macchina del Trota, arrivato in via Bellerio, conteneva lingotti d'oro per un valore di circa 200 mila euro e diamanti per 100 mila euro che sono rientrati dunque nella disponibilità del Carroccio. Pare invece manchino all'appello altri 300 mila euro di diamanti.

Secondo i documenti acquisiti dalla Gdf di Milano, i destinatari di quella parte di gioielli, comprata sempre con i soldi del partito e non ancora rintracciata, sarebbero stati il vicepresidente del Senato Rosi Mauro e il senatore Piergiorgio Stiffoni. Cosa che i due hanno smentito categoricamente. Belsito, tramite il suo difensore, ha fatto sapere agli inquirenti che lingotti e diamanti sono stati comprati coi fondi della Lega e che dunque appartengono al movimento. Per questo ha spiegato di averli restituiti al "proprietario", senza però chiarire agli investigatori, che da giorni li stavano cercando, dove li tenesse nascosti, o dobbiamo dire "conservasse"?.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016