Excite

Beppe Grillo candida Serenetta Monti a sindaco di Roma

Il meet-up romano di Beppe Grillo ha svolto le proprie primarie e ha deciso di candidare al comune di Roma Serenetta Monti, un passato di precariato come restauratrice, lotte sindacali autorganizzate per la stabilizzazione in aziende comunali, battaglie legali per le malattie sul lavoro, scioperi, denunce e occupazioni.

Guarda le foto di Serenetta Monti

Ha 36 anni e lavora come custode in un museo di Roma. "Seguo la politica, mi interesso all'ecologia, pratico kung fu da dieci anni e cerco di curarmi con l'omeopatia e dintorni, perchè ho ribrezzo dei prodotti chimici. Credo nell'unione che fa la forza. La qualità della vita non dipende dal PIL". E' membro e organizer del meetup per la città di Roma, gli amici di Beppe Grillo.

Beppe Grillo ha poi precisato: "Ancora dobbiamo fare tutte le certificazioni. Ma noi stiamo passeggiando, non correndo. Il nostro è un programma a 4-5 anni. Non siamo nella mischia delle elezioni, siamo cittadini resistenti con l'elmetto. Il nostro scopo è quello di fare dei cittadini informati non dei politici da rincorrere". Alla domanda "I candidati che fanno riferimento al V-Day corrono per vincere le elezioni amministrative?" ha risposto immediatamente: "No, no, ma no. La vittoria sarà in 3-4 anni, poi se riusciamo... qualcosina. Non è vincere o perdere - ha aggiunto Grillo - è cambiare. D'altronde dal V-Day la politica è già cambiata. Stanno tutti dicendo 'non pregiudicati, l'agenda della legalità, due-tre mandati, la riforma della legge elettorale, le preferenzè. Stanno dicendo le cose che dicevamo noi. I nostri sono ragazzi belli, puri e preparati".

"La nostra vittoria è che i cittadini tornino a fare politica 24 ore al giorno, controllando i loro dipendenti. Cominciamo dai comuni - ha concluso il comico genovese - poi se c'è qualcuno che riuscirà a entrare sarà una gioia straordinaria. Ma non abbiamo nessuna voglia di prendere stipendi da 20mila euro".

"Non so dove arriveremo con questa lista- spiega Serenetta Monti- so il fastidio che già abbiamo creato a questo sistema marcio e ne sono felice. Siamo un'onda anomala che si muove sotterranea... e lentamente si gonfia. Potremo essere uno Tsunami? O una delicata ondina? Dipende da noi e dalla forza di volontà che metteremo in questo progetto. Le persone che si stanno impegnando per questo cammino sono tutte spettacolari. Partono tutte dallo stesso principio di base: bisogna cambiare".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016