Excite

Beppe Grillo invoca la vivisezione per Dudù? La Pascale insorge, il leader 5 Stelle costretto a ritrattare

  • Getty Images

Hanno scatenato un vero e proprio caso politico le parole di Beppe Grillo sul palco di Padova: nel bel mezzo del suo comizio, durante un'ivnettiva rivolta all'ex premier Sivio Berlusconi, il leader del Movimento 5 Stelle ha fatto un ritratto della nuova vita del Cavaliere tirando in ballo il cagnolino Dudù, ispiratore della nuova politica animalista di Forza Italia. "Berlusconi è impazzito per questo cane. Ma Dudù dev'essere assegnato alla vivisezione", ha detto Beppe Grilo sul palco.

Silvio Berlusconi e Francesca Pascale con Dudù: le foto dal profilo Facebook del cagnolino

Come sempre per il comico genovese il confine tra ironia e provocazione politica è labilissimo. Stavolta l'aver tirato in ballo un argomento controverso come la vivisezione gli ha attirato critiche decisamente bipartisan: con quella frase su Dudù Grillo ha unito berlusconiani ed antiberlusconiani in un unico coro di accuse che lo ha costretto a ritrattare, o meglio a specificare di essere assolutamente contrario alla vivisezione.

Silvio Berlusconi a Domenica Live: "Farò animazione per gli anziani. Francesca è una sinfonia, Dudù adorabile"

Contro il capo politico del Movimento 5 Stelle si era scagliata per prima Francesca Pascale. Iin difesa del suo Dudù, la fidanzata di Berlusconi ha attaccato duramente Grillo con una frase che suona come un riferimento alla nota condanna per omicidio colposo del comico: "Per lui uccidere non è un reato" ha sentenziato la Pascale. Sulla stessa lunghezza d'onda il forzista Daniele Capezzone, che ha twittato: "L'importante è che Dudù non salga mai in macchina con Grillo. Dal comico battuta che non fa ridere: è uscito al naturale".

Oltre all'animalista Michela Brambilla ("Un messaggio bruttissimo, che non fa ridere, mi meraviglia molto (...) ha offeso i sentimenti di milioni di italiani, non solo dell'86 per cento contrario alla vivisezione"), sono insorti anche i Verdi e perfino il fondatore del Popolo Viola Gianfranco Mascia, storico avversario di Silvio Berlusconi.

Quella battuta ha costretto Grillo ad una precisazione: nessuno spot alla vivisezione, come ha specificato via Twitter in risposta alle polemiche che hanno scatenato le reazioni degli animalisti.

Caso chiuso? Certo è che tra i comizi con i cani di Berlusconi e le battute di Grillo, Dudù è diventato suo malgrado protagonista di questa campagna elettorale per le Europee.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017