Excite

Berlusconi a Porta a Porta: "Italia rialzati"

Una scena vecchia come il mondo quella di Silvio Berlusconi che in aperta campagna elettorale partecipa alla trasmissione, in onda ieri sera, di Bruno Vespa. La sistemazione è sempre la stessa, il leader del Pdl seduto comodamente sulla poltroncina bianca dello studio di Porta a Porta, posizionata in modo tale che il Cavalierie porga il lato destro della sua persona alla telecamera (alcuni consulenti politici che hanno lavorato con lui dicono che il Berlusca abbia l'orecchio sinistro più grande rispetto al destro e televisivamente parlando non sta bene) e alle spalle il vidiwall che esorta: "Italia rialzati".

Guarda le immagini della trasmissione

Anche le dichiarazioni sono le stesse del 1994, 2001 e 2006: Silvio Berlusconi rispolvera dal cassetto della scrivania del 2001, che quella vecchia volpe di Vespa gli fa trovare in studio, il vecchio contratto con gli italiani che comprende sempre: "non mettere le mani nelle tasche degli italiani", "tutti i nostri sforzi saranno tesi a diminuire per tutti la pressione fiscale", poi c'è la "lotta all'evasione, ma senza terrorizzare", "detassare gli straordinari, la tredicesima e quattordicesima" e dulcis in fundo: "l'abolizione dell'Ici". Questi i punti cardini della campagna elettorale di Silvio Berlusconi perchè: squadra che vince non si cambia (ma non le aveva perse le ultime elezioni?). Fortunatamente il Cavaliere non ha citato i comunisti nemmeno una volta.

Il Cavaliere non dimentica di mandare un ultimatum durante la trasmissione al vecchio amico Pieferdinando Casini: i centristi devono rinunciare al loro simbolo perché, spiega: "anche noi siamo molto legati al nostro marchio e An lo è al suo. Entrambi abbiamo rinunciato, chiediamo la stessa generosità a Casini e ai suoi". Berlusconi assicura che il Pdl correrà con il suo simbolo sia alle politiche che alle amministrative.

Casini dal canto suo fa sapere, ospite del Tg1 di ieri sera, che non ci sarà nessuna annessione: "Riconosciamo la premiership di Berlusconi, ma vogliamo rispetto per la nostra identità. E alle elezioni ci presenteremo con il nostro simbolo". Riguardo l'iniziativa di Giuliano Ferrara di candidarsi con una lista anti-aborto (leggi qui la notizia), la bocciatura è dietro l'angolo: "Credo che questo sia un tema che debba restare fuori dalla competizione elettorale", dice l'ex premier.

Il sipario dello show di Vespa si chiude con le ultime battute di Berlusconi che tra gli applausi del pubblico (pagato) dice: "Sono sicuro di farcela. C’è bisogno di un cambio di governo, perché questo ha scontentato tutti". E aggiunge: "Sono ancora indispensabile".

Ospite nella puntata di Porta a Porta, in onda questa sera, il leader del Partito democratico Walter Veltroni.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016