Excite

Berlusconi bacchetta Fini sul voto agli immigrati

Il "colpo finale" al povero Fini è giunto ieri pomeriggio dall'alto, da molto in alto. E' stato infatti proprio Sivio Berlusconi, da Napoli, a chiudere la discussione sul voto amministrativo agli immigrati, sul binario percorso poco prima da Maroni: "Il riconoscimento del diritto di voto agli immigrati non è nel nostro programma, il presidente Fini ha espresso un suo parere e non c'è all'ordine del giorno nessuna iniziativa legislativa su questo tema".

Poi il premier, riunitosi a Palazzo Grazioli con gli esponenti di punta di An e Fi per discutere del futuro del Pdl, ha chiuso anche il discorso in merito a possibili alleaze con l'Udc. A riferire le parole del cavaliere è stato il ministro della difesa Ignazio La Russa: "Adesso pensiamo a noi. A far nascere e crescere il Pdl. Poi vedremo. Ma, per ora, niente alleanze con l'Udc. Nemmeno a livello locale".

Tre ore e mezza di riunione a via del Plebiscito hanno quindi portato ad una scelta definitiva sul terreno delle alleanze: "Siamo d'accordo con l'onorevole Cesa...nessun dialogo", ha ironizzato La Russa, protagonista di un aspro botta e risposta con il segretario centrista, che aveva attaccato An e chiuso alle offerte di Forza Italia. Nessuna alleanza "nè con l'Udc nè tanto meno con la Destra", ha specificato La Russa. "La politica dei due forni di Casini non si può accettare nemmeno sul territorio. Le alleanze a livello locale devono corrispondere alla linea nazionale" ha poi sottolineato Ronchi, che garantisce "assoluta convergenza" di opinioni su questo punto tra le due delegazioni e Berlusconi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016