Excite

Berlusconi, battuta sui gay: protestano associazioni omosex

Una battuta omofoba per commentare la vicenda delicata che lo ha investito negli ultimi giorni. Così parlò Silvio Berlusconi: 'Quello che ho fatto è stato per bontà, poi se a volte mi capita di guardare una bella ragazza... meglio essere appassionato di belle ragazze che essere gay'.

Video: Berlusconi, 'Meglio le belle ragazze che essere gay

Una frase che il premier ha pronunciato all'inaugurazione del salone del ciclo e motociclo alla Fiera di Milano-Rho. E lo scherzo è continuato: 'Ho un problemino, avrei da sistemare in qualcuno di questi stand una certa Ruby'.

Il caso Ruby-Berlusconi

Berlusconi è certo: 'Tutto si risolverà in una tempesta di carta: vedrete che alla fine verrà fuori che non è stato altro che un atto di solidarietà che mi sarei vergognato di non fare, e invece l'ho fatto, lo faccio continuamente perché sono fatto così da sempre'.

Poi, dopo aver invitato a non leggere più i giornali che 'imbrogliano', Berlusconi ha rilanciato la sua crociata contro le intercettazioni, 'un tema nel cuore degli italiani, abbiamo dei sondaggi che lo dicono'. Il provvedimento sarà composto da tre punti: 'L'utilizzo di questo strumento dovrà essere limitato al terrorismo internazionale, alle organizzazioni criminali, alla pedofilia e agli omicidi; le intercettazioni non potranno essere prodotte come prove nè dalla accusa nè dalla difesa; chi pubblicherà il testo di intercettazioni dovrà subire un fermo del suo media da 3 a 30 giorni'.

Infine, il suo pensiero proiettato al futuro: 'Dovete essere tranquilli, il governo ha la maggioranza e ha intenzione di arrivare fino alla fine della legislatura. La cosa peggiore e più negativa sarebbe affrontare una campagna elettorale in cui tutti si affronterebbero con la massima ferocia e la gente direbbe 'perche' a due anni dalle elezioni vi abbiamo votato?' e allora avrebbero ragione a non andare a votare'.

Il governo, infatti, pare godere di buona salute a disspetto 'degli attacchi che arrivano da parte di giornali ed editorialisti. La realtà è che anche in quest'ultimo vertice europeo a Bruxelles abbiamo fatto un mare di gol'.

Immediate le reazioni come quella di Antonio Di Pietro: 'Il posto ideale per Berlusconi non è certo Palazzo Chigi ma una bettola di periferia. Oggi, infatti, abbiamo avuto l'ennesima prova della sua inadeguatezza a ricoprire il ruolo di presidente del Consiglio. Berlusconi vive ancora nell'età della pietra, anzi, è peggio: vive nell'era delle discriminazioni razziali, sessuali, etniche e religiose. Bisognerebbe ricordargli che, nel frattempo, il nostro Paese ha ratificato il trattato di Lisbona che ha riconosciuto il diritto alla non discriminazione basata anche sull'orientamento sessuale. Essere gay è solo un diverso modo dell'essere e non una condizione di cui vergognarsi'.

Per il responsabile dei diritti civili e associazionismo dell'Idv, Franco Grillini, 'Berlusconi ha detto un'altra stupidaggine sugli omosessuali, pensando magari di fare il simpatico senza riuscirci. Noi la pensiamo in un modo diametralmente opposto al suo: mille volte meglio gay che intrallazzone e sex addicted come Berlusconi, il quale pretende di essere insieme puttaniere e moralista'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016