Excite

Berlusconi: "Contro la crisi Alitalia 5mila esuberi e 90 nuovi aerei"

Ancora una volta la crisi Alitalia è in primo piano. Il premier Silvio Berlusconi è tornato sulla questione e ha confermato quanto anticipato la scorsa settimana: previsti 5mila esuberi, 90 nuovi aerei e la riapertura di collegamenti con alcune rotte internazionali ad oggi chiuse, in primis Asia e Cina.

Per quanto riguarda la questione esuberi, sembra che in tal senso verranno prese diverse misure: "scivoli" e prepensionamenti, ma anche esternalizzazioni di rami dell'azienda.

"I sindacati non dovranno mettere il bastone tra le ruote - sembra aver affermato il Cavaliere - altrimenti salta tutto". Il piano per la la privatizzazione dell'Alitalia ha, infatti, suscitato la reazione dei rappresentanti di lavoratori, in particolare di steward e piloti. Alla privatizzazione dovrebbe partecipare una cordata di una decina di influenti imprenditori, tra cui la famiglia Benetton e forse Colaninno. L'impegno economico toccherebbe gli 800 milioni di euro.

Il premier ha comunque manifestato ottimismo per il "salvataggio della compagnia". Il Cavaliere ha spiegato: "C'è il piano, c'è la soluzione, ci sono i soldi, tanto che ho dovuto dire molti no. Certo non si potranno tenere tutti i dipendenti, si cercherà un modo indolore per salvaguardare il maggior numero di persone, ma è chiaro che questa è l'unica operazione che si può fare". Berlusconi ha poi aggiunto che sono stati ripresi anche i contatti con la Francia.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016