Excite

Berlusconi, diktat alla Lega: "Alleanza o cadono giunte del Nord"

  • Getty Images

Continua il tour de force di Silvio Berlusconi alla conquista dell'elettorato e così oggi, dopo essere stato in video-chat a Il Corriere, in concomitanza con il live di Mario Monti su Twitter, l'ex premier ha scelto di 'tornare all'antico', intervenendo nell'ordine (!) a Telenord, Canale Italia ed Espansione Tv.

Berlusconi a Il Corriere: "Alleanza con la Lega? Spero domani"

Un tourbillon di partecipazioni che l'hanno visto recriminare (ancora) sulla "sfortuna di lavorare con tre successivi presidenti della Repubblica tutti di sinistra e che non guardavano certamente con simpatia all'operato del governo", prendersela con le "teste dure" dell'Europa (Merkel in primis) che non vogliono capire che la "Bce deve diventare una vera banca centrale" e cavalcare i soliti cavalli di battaglia dell'Imu e della pressione fiscale, ma - soprattutto - lanciare un chiaro diktat alla Lega.

"Io penso che sia del tutto insensato e suicida per la Lega andare sola", ha infatti dichiarato a Espansione Tv il Cavaliere, spiegando che "soltanto alleandosi con noi Maroni avrebbe forti percentuali di vittoria". Diversamente, "andrebbe incontro a una sconfitta sicura e anziché uscire con l'identità rafforzata finirebbe per essere irrilevante", ma non solo: "Se consegnassero la Regione alla sinistra, cadrebbero anche le giunte regionali di Piemonte e Veneto, e altre 100 amministrazioni del Nord dove ora governiamo assieme".

Insomma, una minaccia neppure tanto velata, alla quale il segretario del Carroccio ha immediatamente replicato su Twitter. "Voglio governare la Lombardia per fare squadra con Cota e Zaia e costringere Roma a lasciarci i soldi delle nostre tasse. Prima il Nord. Chiunque governerà a Roma se la vedrà con i governatori di Lombardia, Piemonte e Veneto. La rivoluzione passa dall'Euroregione Nord", ha infatti scritto Maroni sul social network, riferendosi all'ormai nota 'questione 75%'.

Monti live su Twitter vs Berlusconi a Il Corriere: "Con Lega accordo domani"

E dire che questa mattina a Il Corriere l'idea che aveva dato Berlusconi era che un'alleanza con la Lega sembrava una cosa quasi fatta. "Spero in un'intesa domani", ha dichiarato l'ex premier, negando di aver parlato di "guerra" e di "giunte che cadono" in caso di un mancato accordo e aggiungendo che di quanto sostenuto da alcuni quotidiani (per l'appunto Il Corriere) su uno strappo di Formigoni in caso, invece, di alleanza con il Carroccio, lui non ne sapeva nulla, facendo intendere che le acque in Pdl sono tranquille e la situazione è sotto controllo.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017