Excite

Berlusconi in visita da Benedetto XVI

Il colloquio tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e Benedetto XVI, che si è svolto nella biblioteca vaticana, è durato 40 minuti. All'incontro era presente anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta. Al termine del colloquio riservato sono stati fatti entrare fotografi e giornalisti per le foto e lo scambio dei doni.

Guarda le immagini dell'incontro

"Le due parti hanno ribadito la volontà di continuare la costruttiva collaborazione bilaterale del contesto della comunità internazionale". Recita così il comunicato stampa del Vaticano alla fine dell'incontro con il premier. "Adesso dovete lavorare di più - ha dichiarato Berlusconi spronando il Governo - con più passione e più entusiasmo. Fra Italia e Santa Sede c'è forte comunanza di vedute, le priorità sono la sacralità della persona e la famiglia".

Berlusconi ha offerto al Papa un crocefisso, pezzo unico, nel quale sono incastonate pietre e decorazioni raffiguranti la storia di papi e cardinali. Ed un foglio con alcune spiegazioni relative all'oggetto, il Papa ha risposto: "Lo leggerò". Da parte sua Bendetto XVI ha regalato a Berlusconi una penna commemorativa dei 500 anni della costruzione della basilica di San Pietro e una stampa raffigurante la veduta della piazza.

Il premier è intervenuto telefonicamente, poco prima di recarsi in Vaticano, alla trasmissione di Canale 5, 'Panorama del giorno': "L'attività del governo non può che compiacere il Papa e la sua Chiesa. Siamo dalla parte della Chiesa. Crediamo nei valori della tradizione cristiana, nel valore irrinunciabile della vita, nel ruolo della famiglia e nella difesa dei diritti umani". "Riteniamo che la nostra visione del rapporto tra Stato e Chiesa - ha dichiarato Berlusconi - sia rispettosa dei principi liberali contenuti nella nostra Costituzione, nel senso che riteniamo che tra Stato e Chiesa sia possibile ogni dialogo e su ogni argomento".

Il Presidente del Consiglio è tornato sull'emergenza rifiuti a Napoli: "L'emergenza deve finire entro l'estate". E ha annunciato: "Nessuna tolleranza per chi viola le leggi sull'immigrazione" . Il premier ha concluso l'intervento ribadendo la posizione del Governo sulla realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina: "Dovremo recuperare in sede europea i soldi raccolti in passato. Il ponte fa parte del corridoio europeo Palermo-Berlino".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016