Excite

Berlusconi Jr: "Mio padre? Un piacione"

Pier Silvio Berlusconi su Vanity Fair, che gli dedica la copertina in edicola mercoledì 12 marzo, parla a tutto tondo delle sue idee e della sua vita. Berlusconi Jr è un imprenditore che crede nei valori dei radicali più che a quelli dei cattolici, difende la legge contro gli aborti clandestini e sostiene le battaglie per la tutela dei diritti della donna. "Per quanto mi riguarda - sostiene Berlusconi jr - sono assolutamente a favore di soluzioni che evitino gli aborti clandestini. Credo che molte battaglie dei radicali, come quelle per la tutela dei diritti della donna, ci abbiano fatto fare dei bei passi avanti. E sono contento che uno come Daniele Capezzone sia entrato nel Pdl".

Nell'intervista al mensile Pier Silvio Berlusconi parla del suo rapporto con il padre e quando il giornalista gli chiede cosa pensa quando vede le foto del leader del Pdl circondato da belle ragazze lui risponde: "Quello che penso tutte le volte che si mostra, diciamo così, estroverso. Sorrido e mi dico: che personaggio. Strumentalizzazioni della stampa a parte, so come è fatto: è galante, gli piace piacere a tutti. Ma penso anche: però, se stesse più attento, e lo dico anche a lui. Che vuole farci, è carattere. Ma è anche la sua forza: una grande voglia di vivere".

L'imprenditore che compierà 39 anni ad aprile, rivela che uno dei suoi sogni sarebbe quello di riunire in Mediaset la sua famiglia allargata; Pier Silvio infatti ha una figlia di 18 anni per la quale non è stato molto presente. "Per anni il rapporto con Lucrezia - racconta Piersilvio Berlusconi - e' stato complicato: io ero giovane, forse troppo, e sono stato un padre oggettivamente non molto presente. Per fortuna pero' sono cresciuto, e anche lei: da quando e' piu' grande, la nostra relazione e' diventata piu' vera e piu' forte. Adesso stare insieme non e' un dovere ma un piacere".

Nei confronti del padre Berlusconi Jr confessa di avere sviluppato un forte senso di protezione, come è normale quando i genitori arrivano ad una certa età. "Se dobbiamo attraversare la strada, con Silvia, mia mamma o Marina, cerco sempre la loro mano, e la stringo. Ora inizio a farlo anche con mio padre".

Difficile immaginare Silvio Berlusconi che, come un vecchietto qualunque, viene aiutato ad attraversare la strada: "In effetti - continua Piersilvio - è una cosa che avverto più io, lui non ne ha alcun bisogno. Ma la mano me la da volentieri lo stesso, perchè è un uomo molto affettuoso, molto fisico. In questo ci assomigliamo. Io ho bisogno del contatto, sempre".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016