Excite

Berlusconi lancia otto proposte shock: via l'Imu e il finanziamento ai partiti

  • ilpopolodellaliberta.it

"Otto proposte per dare uno shock al Paese": dal sito del Popolo della Libertà, Silvio Berlusconi apre di fatto la campagna elettorale, presentando la sua ricetta per far ripartire l'Italia mentre Pierluigi Bersani è alle corde e il Pd attraversato da tensioni che rischiano di distruggerlo. Un annuncio che è anche una dichiarazione che il Cavaliere non crede all'ipotesi che i saggi o chiunque altro riesca a traghettare i partiti alla nascita di un governo. O perlomeno di un governo duraturo.

Valerio Onida: "I saggi sono inutili. Berlusconi anziano". Pdl chiede dimissioni

E così Berlusconi si rivolge direttamente alle "care amiche" e ai "cari amici" che formano il suo elettorato dicendo che "mentre le altre forze politiche sembrano impegnate a perdere tempo" il Pdl invece tiene "sempre in mente l’interesse del Paese" e dunque, "nella settimana che inizia il 15 aprile", presenterà in Parlamento "otto disegni di Legge che costituiscono la prima applicazione del programma che ha portato la coalizione di centrodestra a un soffio dalla vittoria nelle ultime elezioni".

Otto punti proprio come quelli proposti da Bersani per il suo governo, che toccano tutti gli argomenti più caldi e sentiti dagli italiani. Si va infatti dalla "abrogazione dell'Imu" e "la restituzione degli importi versati nel 2012", alla "revisione dei poteri di Equitalia", ad agevolazioni alle imprese per le nuove assunzioni e ai neo-assunti (con l'esenzione dall'Irpef), ad alleggerimenti delle pratiche burocratiche, a nientemeno che "l'abolizione dei contributi pubblici per le spese sostenute dai partiti e dai movimenti politici". Ovvero il cavallo di battaglia del M5S (la cui paternità è stata rivendicata da Matteo Renzi).

Ruby protesta al Tribunale di Milano: "Attaccano me per colpire Berlusconi"

In mezzo norme "per la riforma del sistema fiscale" e della giustizia e la revisione "della Costituzione per quanto riguarda l’elezione diretta del Presidente della Repubblica e il rafforzamento dei poteri del Presidente del Consiglio dei Ministri". Insomma, un mix di proposte in tra le quali trovano (ovviamente) spazio alcune delle questioni che stanno più a cuore al Cavaliere, che di esse dice che "hanno in sé la forza di un cambio di passo, di uno shock istituzionale ed economico".

E siccome Berlusconi è un politico navigato, oltre che un comunicatore consumato, che perfettamente conosce (riconosce) gli umori del popolo, è pronto a dimostrare che non di vuote parole si tratta, ma di "disegni di Legge, già pronti per essere presentati al Senato della Repubblica". L'appuntamento è dunque per sabato 13 aprile a Bari, dove lui stesso ne spiegherà il contenuto, come ribadito pure su Twitter: "Sabato 13 aprile, alle 16, ci ritroveremo a Bari, in quella piazza che mi è cara anche per il suo nome: Piazza della Libertà".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017