Excite

Berlusconi, processo Mediaset: sì a legittimo impedimento, vota al Senato

  • Getty Images

Accolto il legittimo impedimento a presenziare all'odierna penultima udienza del processo Mediaset per Silvio Berlusconi. Dopo un'accesa disputa con il procuratore generale Laura Bertolè Viale, il Cavaliere alla fine l'ha spuntata e ha ottenuto di vedere rinviata a sabato prossimo, 23 marzo, le arringhe degli ultimi due coimputati al processo per i diritti tv.

Processo Ruby: accolto legittimo impedimento per Silvio Berlusconi

Il pg aveva chiesto ai giudici del processo di appello di respingere la richiesta di Berlusconi perché la documentazione presentata dall'ex premier non era chiaro se fosse "per le sue condizioni di salute o perché deve andare a votare in Senato", spiegando: "Non si capisce quale impedimento abbia Berlusconi: se è malato chiedo la visita fiscale, se deve andare a votare l'impedimento c'è" e concludendo: "Non so se sia a casa, non so se sia al San Raffaele. Per la sua salute un conto è venire qui, un conto è affrontare un viaggio per andare a Roma".

La Corte d'Appello di Milano, invece, ha ritenuto sufficienti gli argomenti presentati dagli avvocati del Cavaliere, concedendo il legittimo impedimento senza chiedere prova che Berlusconi oggi sia effettivamente in Aula a votare. Lo stesso ex premier, del resto, ieri aveva fatto sapere che avrebbe partecipato alle votazioni in Senato se le sue condizioni di salute glielo avessero permesso.

Pd: il sì in Parlamento all'arresto di Berlusconi

Diversa invece la posizione dei legali del Cavaliere, anche loro oggi impegnati in Parlamento. A Niccolò Ghedini e Piero Longo, infatti, il legittimo impedimento non è stato riconosciuto, perché per loro non c'è "impedimento assoluto", dal momento che avrebbero potuto indicare dei sostituti non solo per la consegna dell'istanza di legittimo impedimento, ma per l'intera udienza. Qualora Berlusconi avesse dovuto presentarsi in Aula, comunque, la presidente della Corte, Anna Galli, aveva provveduto a nominare un difensore d'ufficio, ovvero l'avvocato Salvatore Verdolivo, già rappresentante del Cavaliere in altre udienze.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017