Excite

Berlusconi pronto a tutto: dimissioni di massa e spinge per il voto anticipato? Letta sale al Colle

  • Getty Images

Dopo l’intervista di Berlusconi a Tempi il governo sembra ancora più vicino alla crisi. ”Diranno che è colpa mia se i ministri del Pdl valuteranno le dimissioni davanti al massacro giudiziario del loro leader eletto da milioni di italiani. Ma io mi domando: se due amici sono in barca e uno dei due butta l’altro a mare, di chi è la colpa se poi la barca sbanda?” ha dichiarato l’ex premier addossando la colpa della crisi al Partito Democratico e aggiungendo:La Costituzione e il buon senso offrono molte strade non possono non saperlo.

Duro faccia a faccia tra Alfano e Letta: nessun accordo ma resta uno spiraglio

Arriva poi il solito attacco alla Magistratura e una chiusura sul futuro politico di Marina. Il giorno dopo però la tensione è alta e il Cavaliere ha in testa anche un piano preciso: forzare subito per andare alle urne. Soprattutto dopo aver ascoltato le dichiarazioni di Latorre e Delrio, entrambi favorevoli alla decadenza, si è convinto che uno spiraglio non c’è. “Enrico Letta sta forzando perché sa già che, se cade il governo, o Napolitano gli ridà l'incarico o comunque sarà lui a guidare il Pd al voto, per questo non ci concederà niente” gli hanno detto più volte i falchi. Verdini e la Santanchè stanno forzando per le elezioni anticipate ma bisognerebbe sciogliere le Camere entro fine settembre.

Alfano prova a frenare tutto ricordando che Napolitano non ha nessuna intenzione di andare al voto e che arriverebbe anche alle dimissioni pur di non concederle. Berlusconi torna a valutare l’Aventino parlamentare: dimissioni di massa dei parlamentari del Pdl per costringere il Capo dello Stato al voto anticipato.

Il ministro dell’Interno ricorda che se anche miracolosamente Napolitano concedesse le elezioni “noi cosa diremmo ai nostri elettori? quale sarebbe la nostra campagna elettorale? Solo un referendum sulla giustizia, in tempi di crisi e disoccupazione?”. Intanto ieri Letta è salito al Colle dove ha precisato di non avere (ancora) delle alternative ma è convinto di tenere separati il destino del governo e quello personale di Berlusconi e Napolitano lo ha rassicurato, condividendo la linea di Letta. Pronta una nuova maggioranza?

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017