Excite

Berlusconi sul Festival di Sanremo 2013: "Andava spostato". Fazio ironico: "Dove?"

  • Getty Images

Silvio Berlusconi ha imperversato in tv e sulla rete anche oggi. Dopo aver sfoderato vecchie battute e nuove promesse durante la trasmissione di La7 "Coffee break", il Cavaliere è stato ospite della videochat del Messaggero e tra le altre cose ha detto la sua sul Festival di Sanremo 2013, in onda una settimana prima del voto.

Berlusconi: "Se sei Rosy Bindi è più facile fare politica"

Secondo il Cavaliere sarebbe stato meglio evitare la coincidenza dell'evento tv con la penultima settimana di campagna elettorale. Bersaglio della satira da sempre, Berlusconi teme probabilmente un cortocircuito che potrebbe mettere a rischio la faticosa rimonta del Pdl: "Il Festival di Sanremo si aggiunge alla par condicio e complica la possibilità di comunicare. La par condicio è la legge più assurda che si poteva immaginare e che vige solo nel nostro sistema. Anche il più piccolo partito ha lo stesso spazio in tv del grande. Sanremo andava assolutamente spostato ed è incomprensibile la decisione della Rai, tanto più che ci stiamo giocando il nostro futuro con le prossime elezioni".

Sanremo 2013 al via: vallette, ospiti e giuria

Alla dura invettiva di Berlusconi ha risposto subito Fabio Fazio dal proprio account Twitter. Il conduttore ha preferito non alimentare la polemica, ma rispondere con spiccata ironia: "Berlusconi ha detto che Sanremo andava spostato: ma dove? Aspettiamo proposte!". Lo stesso Fazio si era detto fortemente contrario all'ipotesi di spostare il Festival dopo la polemica sollevata dal consigliere d'amministrazione Rai Antonio Verro, che aveva attaccato duramente la satira di Luciana Littizzetto contro il Cavaliere.

Maurizio Crozza al Festival di Sanremo 2013: il comico ospite della prima serata

I timori di Berlusconi sul Festival arrivano nello stesso giorno in cui sembra ormai cosa fatta la partecipazione di Maurizio Crozza alla serata inaugurale del Festival di Sanremo: proprio il comico ligure è stato protagonista di una memorabile imitazione del Cavaliere durante l'ultima puntata di Ballarò, segnando un record d'ascolti e di gradimento. In realtà il Cavaliere è più verosimilmente preoccupato dall'eventualità di doversi confrontare con un pubblico ridimensionato durante la conferenza stampa organizzata dalla Rai per i leader di coalizione e i candidati premier delle formazioni politiche che si sfideranno alle prossime elezioni.

Il sorteggio effettuato dalla commissione di Vigilanza Rai ha assegnato a Berlusconi, Bersani e Monti le conferenze stampa di 40 minuti circa dei capi lista in onda su Rai2 in prima serata tra il 12 e il 14 febbraio, ossia nelle serate in cui su Rai1 sarà trasmesso il Festival di Sanremo. Ad inaugurare quest'ulteriore spazio di campagna elettorale in tv sarà il premier uscente Monti (martedì alle 22,20), mentre gli spazi per il Pd (alle 21.40) e per il Pdl (alle 22.20) sono previsti nella giornata di mercoledì e giovedì andrà in onda la lista Con Monti per l’Italia. Prima che scatti il silenzio alla vigilia del voto, sarà Berlusconi ad aprire il 22 febbraio alle 21,00 su Rai2 l'ultimo appuntamento di questa campagna elettorale, quello con le conferenze stampa finali dei tre capi coalizione previste in un'unica serata. Seguiranno Bersani alle 21,40 e Monti alle 22,20.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017