Excite

Bersani operato, condizioni di salute: notte tranquilla, "nessun danno neurologico" per l'ex segretario Pd

  • Getty Images

Il peggio sembra passato per l’ex segretario del Pd Pierluigi Bersani, che ha trascorso una notte tranquilla nel reparto di rianimazione dell’Ospedale Maggiore di Parma. Secondo quanto riferito ieri pomeriggio dal dottor Ermanno Giombelli, neurochirurgo autore dell’intervento e responsabile del decorso post-operatorio, tutto prosegue nella direzione auspicata, anche se per scongiurare ulteriori rischi sarà necessario attendere ancora almeno un giorno.

Matteo Renzi fa visita a Pierluigi Bersani in ospedale

Il prossimo bollettino medico è previsto per le 15, ma allo stato “controlli e parametri restano nella norma, stabili” e le conseguenze dell’emorragia cerebrale legata all’aneurisma diagnosticato domenica scorsa sembrano sotto controllo. Bersani, assicurano i medici, risulta “sveglio e collaborante” e soprattutto privo di deficit neurologico, il che confermerebbe (alla luce del confortante dato della pressione intercranica del sangue rilevato nelle ultime ore) l’esito positivo dell’operazione di quattro ore alla quale il politico emiliano è stato sottoposto dopo il ricovero d’urgenza.

I passi in avanti del dirigente democratico sono stati verificati anche dalla moglie e dalle figlie, recatesi in sala nella giornata di ieri ed uscite dal reparto con rinnovato ottimismo, così come alcuni esponenti nazionali del Pd che hanno fatto visita al loro collega tra la mattina e il pomeriggio del giorno dell’Epifania.

Ultimo in ordine cronologico a recarsi in ospedale per portare un saluto a Pierluigi Bersani è stato il sindaco di Firenze e nuovo leader democratico Matteo Renzi, pronto a riabbracciare il suo compagno di partito “per tornare a discutere e anche a litigare dopo questa fase difficile da superare”.

Messaggi di affetto e vicinanza sono giunti all’indirizzo dell’esponente del centrosinistra da diverse parti, con pochissime e trascurabili eccezioni: nonostante le dure polemiche passate, infatti non è mancata la solidarietà degli avversari vecchi e nuovi, a partire da Silvio Berlusconi e Beppe Grillo, uniti in questo caso dall’auspicio di ritrovare al più presto un interlocutore autorevole nella dialettica politica di ogni giorno.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017