Excite

Bersani vs Di Pietro e Grillo: "Fascisti del web"

  • YouTube

E' un Pierluigi Bersani in gran spolvero quello che sale sul palco a Reggio Emilia per inaugurare la Festa Democratica. Il segretario del Pd, infatti, si presenta alla platea attaccando frontalmente i "fascisti" del web: "Io vedo, anche rivolto al nostro partito, correre sulla rete dei linguaggi del tipo: siete degli zombie, siete dei cadaveri ambulanti, vi seppelliremo, vi seppelliremo vivi. Sono linguaggi fascisti, fascisti, e a noi non ci impressionano: vengano qui a dircelo, via dalla rete, venite qui a dircelo".

Video: Di Pietro e i 'Morti viventi in Parlamento'

Una risposta durissima ad avversari nei quali non è difficile individuare Beppe Grillo e, soprattutto, Antonio Di Pietro, autore non più di un mese fa di un video - intitolato 'Morti viventi in Parlamento' - in cui aveva rappresentato come zombie i politici italiani, suscitando immediate reazioni e venendo già apostrofato allora come 'fascista' da Pierferdinando Casini.

Ma il discorso del leader del PD non si ferma alle polemiche con gli avversari, Bersani infatti invoca una "reazione democratica, civile e morale" degli italiani, con l'aiuto proprio del Partito Democratico, "che deve mettersi al servizio di una riscossa civica più larga". "Il paese ha bisogno di una riscossa civica e morale: senza questo carburante non andiamo da nessuna parte. Senza che la gente per bene non si alzi in piedi, non andiamo da nessuna parte. Noi non possiamo tirarci indietro: nel momento più difficile dal dopoguerra nella storia del paese, i riformisti devono prendersi le loro responsabilità".

Bersani spende poi alcune parole per la riforma elettorale, affermando di vedere "la possibilità di una nuova legge elettorale che cancelli il Porcellum", ma sottolineando che "non dipende solo da noi", mentre a proposito di eventuali alleanze dice: "Non siamo settari, ci rivolgiamo a chi vuole una legislatura di ricostruzione", non risparmiando una (nuova) frecciata a Di Pietro che, con il suo partito, "ha scelto di stare fuori, ma noi siamo riformisti e la scelta di stare fuori non la vogliamo".

E in serata arriva la risposta dell'ex magistrato, affidata al suo profilo Facebook: "Bersani si comporta come il bue che dice cornuto all'asino. Il segretario del Pd si nasconde dietro a un dito, invece di indicare responsabilmente con chi intende formare la coalizione di governo e sulla base di quale programma", affermando che "l'Idv è stata sempre coerente con il mandato ricevuto dagli elettori: all'opposizione era e all'opposizione è rimasta", mentre il Pd è riformista "a chiacchiere", mentre "nei fatti, continua a piegarsi e ad appoggiare le politiche suicide di questo esecutivo".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016