Excite

Biancofiore alle Pari opportunità, delega ritirata per polemica su omofobia: "Ultima chance"

  • YouTube

E' durata 24 ore la delega alle Pari opportunità, lo sport e le politiche giovanili di Micaela Biancofiore. Enrico Letta ha infatti deciso di ritirare l'incarico alla neo sottosegretario Pdl alla Presidenza del Consiglio dopo - pare - l'intervista pubblicata oggi dal quotidiano Repubblica. "Mi piacerebbe per una volta che anche le associazioni gay, invece di autoghettizzarsi e sprecare parole per offendere chi non conoscono, magari condannassero i tanti femminicidi delle ultime ore. Difendono solo il loro interesse di parte", ha detto l'amazzone di Silvio Berlusconi, soffiando sul fuoco della polemica relativa alla sua omofobia che in queste ore sta infiammando la rete e finendo con il far perdere la pazienza al premier.

Michaela Biancofiore alle Pari Opportunità, gay e Pd protestano: "E' omofoba". Lei: "Io discriminata"

Letta, infatti, proprio ieri sera durante la cerimonia di giuramento di viceministri e sottosegretari ha posto come regola imprescindibile per i membri del suo governo la sobrietà: nella organizzazione dei ministeri e, prima ancora, nelle dichiarazioni. Con le sue parole Biancofiore ha contravvenuto alla disposizione e dunque ecco la 'bacchettata'.

"Il presidente del Consiglio Enrico Letta ha stabilito che al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Michaela Biancofiore non saranno assegnati compiti nell'ambito delle deleghe per le Pari opportunità, lo sport e le politiche giovanili, bensì compiti nell'ambito delle deleghe per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione", è il comunicato ufficiale di Palazzo Chigi, mentre fonti 'ufficiose' fanno sapere che la decisione del premier è "un'ultima chance" offerta alla fedelissima del Cavaliere. Alla prossima intemperanza, infatti, Biancofiore rischia di essere fuori.

Governo Letta, viceministri e sottosegretari: Micciché, Biancofiore e Fassina tra gli altri

"Come già in passato, anche oggi la Biancofiore ha dato prova sulla stampa dei suoi pregiudizi e del suo disprezzo sul tema dei diritti delle persone. Il premier Letta le ha ritirato la delega alle Pari opportunità? Almeno la decenza è salva", ha commentato Nichi Vendola di Sel su Facebook, mentre Anna Paola Concia, della quale l'amazzone pidiellina ha detto "non mi sono mai occupata della sua sessualità e del suo genere di appartenenza", ha twittato: "#Sottosegretari quella ignorante di #Biancofiore dice"non conosco il genere di appartenenza della Concia". Le do una notizia: è come il suo".

E ancora una volta proprio il social di microblogging ha fatto da cassa di risonanza alla polemica, con #Biancofiore e Pari Opportunità tra i TT. "La #biancofiore alle pari opportunità sarebbe stata come Pacciani alla scuola", commenta @RudyBandiera e @ConteMiseria scrive: "Io e la #Biancofiore apparteniamo entrambi al genere umano. Non so voi, a me la cosa un po' disturba". Le battute (al vetriolo) si susseguono a pioggia, con @LorenzoCecchi che dice: "No via, ma davvero, la #Biancofiore alle Pari Opportunità è come mettere Schettino ai trasporti, come un diserbante all'Agricoltura" e @fabvix1971 che rincara la dose: "#Biancofiore spostata alla Semplificazione. Pare sia una esperta". Una gragnuola di colpi che apre a un'altra domanda: la neo sottosegretaria si tratterrà dal rispondere a tono? L'arbitro ha già estratto il giallo: la doppia ammonizione è rosso ed espulsione...

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017