Excite

Bin Laden, nuovo messaggio con attacco al Papa

Sul web è spuntato un nuovo messaggio audio di Osama Bin Laden. Dura 5 minuti ed è intitolato: "Che le nostre madri possano perdere un figlio se non correremo in soccorso del nostro profeta".

Bin Laden si riferisce alle vignette danesi "contro" Maometto (guarda), poi attacca il Papa Benedetto XVI accusandolo di condurre una crociata nei confronti dei musulmani. Vi proponiamo la traduzione integrale del messaggio audio attribuito a Bin Laden.

Il messaggio di Osama Bin Laden
"Alle persone che hanno senno dell'Unione Europea, la pace sia con chi segue la retta via. Questo mio discorso è indirizzato a voi e riguarda in particolare la questione delle vignette offensive e delle vostre negligenze nonostante vi sia stata offerta un'opportunità di prendere le misure necessarie per prevenire il ripetersi di questo avvenimento. Per iniziare vi dico che l'ostilità tra gli esseri umani è una cosa molto antica, ma le persone che hanno senno delle varie nazioni hanno sempre sorvegliato affinché si fossero rispettate certe regole a proposito delle dispute tenendo un certo comportamento e rispettando le regole di combattiment.. Nella vostra guerra contro di noi avete abbandonato molte regole morali anche se poi a parole sbandieravate i vostri principi. Ci siamo dispiaciuti quando avete preso di mira i nostri villaggi nei vostri bombardamenti, quei villaggi così modesti che sono crollati con le nostre donne e i nostri bambini. Lo avete fatto intenzionalmente e noi ne siamo testimoni. Tutto ciò non è giusto, ma è conforme alla politica oppressiva che viene dalla Casa Bianca. Queste vostre azioni non portano solo alla guerra, ma aumentano la nostra volontà di difendere i nostri diritti, la nostra gente e cacciare gli invasori dai nostri paesi. Stragi come queste non si cancellano dalla memoria dei popoli e non se ne conoscono i segni che lasciano. Nonostante queste tragedie, nonostante le vostre uccisioni delle nostre donne e dei nostri bambini, che sono davvero grandi, siete andati oltre, superando ogni norma morale e di educazione, arrivando a pubblicare queste insultanti vignette. Questa è la tragedia più grande e pericolosa e il conto che vi faremo pagare sarà più caro. Voglio portare la vostra attenzione su una questione importante. Nonostante la pubblicazione delle vostre vignette offensive non avete mai visto alcuna reazione simile da parte di un miliardo e mezzo di musulmani che non hanno mai insultato alcun profeta di Allah. Avrebbero potuto insultare Gesù figlio di Maria, la pace su di lui, ma non l'hanno fatto perché noi crediamo in tutti i profeti e chi offende anche solo uno di loro è per noi un miscredente apostata. Non si può giustificare questa azione con la scusa della libertà di espressione e con la sacralità delle vostre leggi che non volete cambiare. Voi sapete che c'è un solo uomo che avrebbe potuto fermare la diffusione di queste vignette offensive, se la cosa fosse stata di suo interesse, ed è il Re di Riad che ha ordinato la cessazione delle indagini sugli accordi di Yamama che riguardano milioni di dollari. Blair poi lo ha negato e oggi rappresenta il quartetto. In vero le leggi umane che negano le leggi divine non valgono nulla. Inoltre la vostra posizione a proposito della questione di al-Yamama vi costringono ad ammettere che ci sono delle cose più grandi di voi. Infine vi dico: se la vostra libertà è solo a parole, allora aprite i vostri cuori alla nostra libertà che è nelle nostre azioni. Voi parlate di tolleranza e pace e allo stesso tempo i vostri soldati commettono crimini contro le persone diseredate dei nostri paesi. Poi avete pubblicato quelle vignette che si inseriscono all'interno di una nuova campagna crociata nella quale il Papa del Vaticano gioca un importante ruolo e tutto ciò conferma che voi volete continuare la guerra per mettere alla prova i musulmani nella loro religione. Amano forse il profeta Maometto più di loro e dei loro beni? Ma la risposta sarà in ciò che vedrete e non in ciò che sentirete. Che le nostre madri possano perdere un figlio se non correremo in soccorso del nostro profeta".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016