Excite

Bombe carta al comizio di Maroni

Uno strumento di fidelizzazione. Questo l'intento della tessera del tifoso che, a partire dal 28 agosto, entrerà in vigore. Ma in molti non ci stanno.

Tessera del Tifoso, in rete monta la protesta

E così in 500 hanno detto no in occasione della Berghem fest di Alzano lombardo, nel bergamasco. No al progetto fortemente voluto dal ministro dell'Interno Roberto Maroni che alla kermesse leghista parlava con i colleghi Roberto Calderoli e Giulio Tremonti. Doveva essere in fondo una serata di festa, a discutere di riforme e federalismo.

Ma gli ultrà dell'Atalanta, per farsi notare, si son dati da fare con il lancio di oggetti e tafferugli vari. L'appuntamento è scattato alle 22,30 quando una settantina di ultrà sono riusciti ad aggirare il servizio d'ordine e a portarsi fino al retro del palco. Qui, il lancio di petardi e fumogeni. Risultato: agenti feriti e auto incendiate. Alcuni dei responsabili dei tafferugli, almeno cinque, sono poi stati identificati dalle forze dell'ordine e portati in questura.

Dal palco, Maroni ha fatto sapere: 'Questi non sono i tifosi, io con i violenti non parlo. Parlo con i tifosi veri. Quello che è avvenuto fuori è stato molto grave. La violenza non è accettabile e giustificabile. Saranno presi provvedimenti seri nei confronti di chi ha fatto questi atti di violenza, e chi ha determinato quanto accaduto può scordarsi di entrare negli stadi per molto tempo'.

A supportarlo, anche il ministro della Semplificazione Calderoli, bergamasco e atalantino: 'Quando sento fuochi d'artificio o peti dietro provo fastidio. Sono atalantino e ho passione per gli ultras, per il loro entusiasmo, ma non posso accettare che l'immagine di Bergamo sia svenduta da 200 imbecilli che prima dell'inizio della partita vanno ad attaccare la polizia e i tifosi esterni'.

E pensare che solo poche ore prima, al Meeting di Rimini, Maroni si era detto estremamente soddisfatto per le oltre 521mila richieste di tessere. 'I tifosi, quelli veri, che non hanno nulla da temere in un controllo per la sicurezza sono quasi la totalità. Chi protesta invece è un piccolo gruppo piuttosto refrattario alle regole, ma non ci faremo certo intimorire da questi piccoli gruppi molto rumorosi ma molto piccoli'.

(foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016