Excite

Bonus in finanziaria per le mamme lavoratrici, si parla di 150 euro

Per ora è solo una proposta, un emendamento presentato dal relatore Giovanni Legnini (Ulivo). Se passa ci saranno 150 euro di detrazione Irpef aggiuntiva (oltre a quella per i figli a carico) per ogni mamma lavoratrice, senza limitazioni di reddito come sembrava in un primo momento.

La proposta, al pari di quella ormai memorabile degli sgravi sugli affitti ai "bamboccioni", va nella direzione che ormai questo governo sembra aver preso a vele spiegate: concedere contentini qua e là nella speranza di dare una lucidata alla propria immagine ormai francamente opaca (ad essere gentili) e di dare l'impressione di attuare quelle famose "politiche a sostegno dei giovani e della famiglia" di cui si sono riempiti la bocca in parecchi, a destra ed a sinistra.

E' chiaro che a fronte di croniche carenze di posti sul fronte degli asili nido comunali e di un costo della vita che, con un figlio a carico, cresce vertiginosamente, i 150 euro di detrazione Irpef non risolveranno la vita di nessuno. Ben altre sono le cose che vengono fatte in paesi a noi vicini: in Francia per esempio, dove ci sono assegni per aiutare le famiglie a pagare non solo il nido ma anche l'alloggio e persino la baby sitter, e le presetazioni a sostegno delle famiglie vengono erogate fino al 20esimo anno d'età dei figli (per informazioni: Caisse d'Allocations Familiales). Poi certo, alla fine prevale sempre la logica del "è pur sempre meglio questo che niente"...innegabile, basta che non si dica che è questa la politica a sostegno delle famiglie.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016