Excite

Boselli lascia Porta a Porta: "Censurati dalla tv"

Enrico Boselli contro la Rai. Invitato ieri a "Porta a Porta", il leader del Partito Socialista ha abbandonato gli studi di Vespa dopo pochi minuti, in segno di protesta a causa dei mancati inviti in tv.

> Guarda le foto della puntata di ieri: Boselli lascia, Santanchè presenta il simbolo

"Le regole sono truccate - ha detto polemicamente Boselli - Da due mesi a questa parte, questa è la prima trasmissione di approfondimento alla quale sono invitato. 'Anno zerò e 'Matrix', 'Ballarò e 'Primo piano', '30 minutì e 'Tv7' ci hanno cancellato dalla campagna elettorale".

Bruno Vespa lo guardava perplesso mentre lui esclamava: "Me ne vado, per coerenza con quel che facciamo. Mi ribello a queste regole truccate". Inutili i tentativi di Vespa di convincerlo a restare, mentre Daniela Santanchè ne approfittava per lanciare una stoccata al rivale: "Boselli ha voluto protestare così. Io non vorrei far polemica sulla questione degli inviti in tv ma, al contrario, approfittare di questa trasmissione per poter illustrare il nostro programma".

Dopo, la protesta di Boselli si è spostata fuori la sede Rai di via Teulada, dove in compagnia di Bobo Craxi, Gianni De Michelis, Roberto Villetti, Franco Grillini, Luigi Crespi, Gerardo Labellarte, Angelo Piazza ha esposto striscioni come "Informazione: Veltrusconi come Putin". Poi Boselli ha spiegato meglio a chi era rivolta la sua protesta: "Il mio gesto di protesta, alzarmi e andare via dalla trasmissione Porta a Porta, non era rivolto contro Bruno Vespa. Ho approfittato del suo invito per denunciare la Rai. Anche le altre testate non mi hanno offerto spazi, ma era difficile chiedere un incontro di chiarimento con il vertice di Mediaset, visto che si tratta di Silvio Berlusconi, candidato premier del Pdl".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016