Excite

Bossi: "Inno di Mameli? Meglio la canzone del Piave"

Dopo il dito medio all'inno di Mameli, Bossi, interpellato sulle polemiche al suo gesto di ieri, rincara la dose: "A me l'Inno di Mameli non è mai piaciuto, fin dai tempi della scuola, preferisco la canzone del Piave... quella che fa 'Il Piave mormorava calmo e placido'. Quella è una canzone di popolo, è più vicina alla Marsigliese ".

Poi ribatte e precisa: "Adesso sono tutti pronti a saltar su una cosa così, detta davanti ad una platea come quella veneta che è calda, nella concitazione del momento. Ma Certamente e me l'inno di Mameli non piace. Il poeta usò questa frase, schiava di Roma che non ho mai sopportato...il problema è sul contenuto, non sull'inno in quanto inno d'Italia. Proprio non mi piacciono le parole dell'inno e l'ho sempre detto". "Quella parola, schiava...- aggiunge Bossi - non la sopporto. Noi siamo per abolirla la schiavitù in ogni sua accezione. E così ho anche detto che il nord, la Lombardia, il Veneto mica possono essere schiavi di qualcuno...E allora perchè non usare come inno quella canzone del Piave che mi ha sempre commosso? Quella è popolare, trascinante, somiglia, come intonazione e come senso patriottico, alla Marsigliese".

La Leggenda del Piave - Versione ufficiale

La Leggenda del Piave cantata da nonna Nennella

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016