Excite

Brunetta: "Delrio stia zitto, l'Imu va abolita"

  • Foto Getty Images

L'Imu è ancora una volta al centro dei dibattiti e delle incomprensioni tra partiti: questa volta è il Ministro Brunetta ad attaccare in modo diretto Delrio, accusandolo di incompetenza in materia. Che l'Imu, così come è finora esistita, debba essere superata è opinione diffusa, ma il modo in cui dovrà funzionare la sostitutiva Service Tax resta terreno di scontro aperto.

Riforma elettorale Porcellum: Pd e Pdl divisi

Il ministro non è competente della materia, non conosce la trattativa in corso e poteva non parlare. Sarebbe bene che i membri del governo Letta lasciassero ai ministri competenti la materia”, sono state le parole di Brunetta. “Delrio, ha insistito Brunetta, “ha detto cose che non stanno né in cielo né in terra. L’Imu andrà cancellata sulla prima casa e sui terreni agricoli per tutti nel 2013. Delrio poteva anche starsene zitto perché sarà smentito nei prossimi giorni”: Brunetta, insomma, non ha dubbi su quale debba essere il futuro dell'imposta immobiliare.

La vignetta di Biani su Brunetta

A far infuriare il Ministro Brunetta sono state le affermazioni di ieri del Ministro Delrio, secondo il quale la Service Tax, che dovrebbe entrare in vigore già dall'anno prossimo, dovrebbe andare effettivamente a colpire le fasce della popolazione più agiate, mantenendo la tassa soltanto sulla seconda casa e aumentando la Tares per gli immobili di pregio. Il risultato, secondo quanto dichiarato ieri da Delrio, sarebbe quindi un'imposta che colpisca soltanto tre italiani su dieci, in modo proporzionale al reddito.

Non è dello stesso avviso Brunetta, e con lui molti esponenti del Pdl, secondo i quali l'Imu dovrebbe invece venire abolita del tutto. Difficile dire chi la spunterà, ma una cosa a questo punto è certa: un accordo e una mediazione appaiono molto più lontani di quanto non abbiano lasciato intendere le parole di Delrio.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017