Excite

Bush a Roma: "Italia nel negoziato? Non è realistico"

Il presidente degli Stati Uniti George W. Bush, al suo secondo giorno della visita a Roma, solleciterà, oggi pomeriggio durante il colloquio a Villa Madama con Silvio Berlusconi, l'Italia a prendere una posizione più netta sul programma nucleare dell'Iran e a potenziare il ruolo militare in Afghanistan.

Guarda le immagini del corteo anti-Bush

Bush ha chiesto chiaramente al governo "maggiori contributi" per affrontare la crisi in Afghanistan. I ministri di Esteri e Difesa, Franco Frattini e Ignazio La Russa mercoledì parlando alle commissioni parlamentari avevano detto che ogni decisione sulle nostre truppe sarebbe stata presa dopo aver ascoltato le richieste americane.

E ancora il presidente degli Stati Uniti uscente ha bloccato le aspettative italiane per l'ingresso nel "5+1", gruppo composto da i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza Onu più la Germania, che sta negoziando sul problema del nucleare iraniano. Judy Ansley, la numero due del consiglio della sicurezza nazionale, ha detto su questo tema: "Non so quanto sia realistico che l'Italia entri a far parte del gruppo".

"Chiaramente l'Italia - ha sottolineato la Ansley - vuole far parte dell'organismo, esiste una richiesta in tal senso fatta da molto tempo, anche dal governo precedente, e mi aspetto che la cosa venga discussa a Roma. Ma la Germania ha detto pubblicamente che desidera tenere la composizione del 5+1 così come è oggi. Gli italiani sono stati ovviamente inclusi in consultazioni collegate alla vicenda. Ma per quanto riguarda il far parte del gruppo, non so quanto sia realistico".

Questa mattina Bush incontrerà il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, al Quirinale, per poi giungere a Villa Madama, dove lo attende Berlusconi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016