Excite

Calabria, scandalo rimborsi: arresti in Regione, coinvolto anche il senatore Bilardi

  • Getty Images
Una serie di arresti ha colpito la Regione Calabria: sono stati emessi 8 provvedimenti di custodia cautelare, di cui 3 di arresti domiciliari e 5 divieti di dimora, nell'ambito dell'inchiesta sullo scandalo rimborsi per i consiglieri. In totale le persone finite sotto inchiesta sono 27. I reato ipotizzati dai magistrati a vario titolo sono "peculato" e "falso", mentre è stato disposto il sequestro di beni per 2 milioni e mezzo di euro.

Ma le indagini rischiano di creare l'ennesimo caso nella maggioranza: la Procura di Reggio Calabria ha chiesto anche l'arresto di Giovanni Bilardi, senatore del Nuovo Centrodestra, che all'epoca dei fatti contestati era consigliere regionale. Come è prassi gli inquirenti hanno chiesto l'autorizzazione a procedere alla giunta del Senato.

Il video di quando Mario Oliverio festeggiava la vittoria alle elezioni Regionali

Ma l'inchiesta non riguarda solo esponenti nazionali. Anzi. Tra i nomi coinvolti e interessati da una misura cautelare, c'è l’attuale assessore ai Lavori pubblici della Regione, Antonino De Gaetano. Secondo i magistrati i consiglieri hanno abusato dei rimborsi, inserendo nella note spesa anche i caffè e i 'gratta e vinci'.

Lo scandalo corruzione dell'Expo 2015

Tra le spese pazze risultano inoltre anche batterie per telefonini, iPad, smartphone, ricariche cellulari e addirittura un set di valige e uno spettacolo di lap dance. Insomma, un abuso della normativa che prevede il rimborso delle spese dei consiglieri nell'esercizio delle loro funzioni.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017