Excite

Cannabis libera in Italia, da Torino un primo sì: appello al governo per la legalizzazione

  • Getty Images

Si è conclusa con una vittoria del fronte antiproibizionista la contesa politica al consiglio comunale di Torino, dove il voto favorevole di gran parte dello schieramento di centrosinistra con l’appoggio decisivo dei 5 Stelle ha permesso di far partire un appello per la legalizzazione della cannabis all’indirizzo del governo.

Cannabis, una sentenza apre alla coltivazione legale per uso personale

“Occorre passare da un regime proibizionistico a uno legale della produzione e della distribuzione in Italia delle droghe leggere recita il testo sottoposto all’assemblea cittadina e successivamente approvato. Promotore della mozione, un esponente di Sinistra Ecologia e Libertà, Marco Grimaldi, che adesso punta ad estendere il “modello” torinese ad altre città per poi riaprire a livello nazionale il dibattito sulla legislazione in tema di circolazione e consumo delle sostanze stupefacenti sul territorio italiano.

“Siamo stati i primi a pronunciarci sull’abolizione della legge Fini-Giovanardi, ha dichiarato il consigliere di area vendoliana dopo l’approvazione in Comune del documento presentato a nome del suo partito, “e vogliamo mettere fine alle politiche proibizioniste, che hanno regalato profitti ai narcotrafficanti tenendo nell’illegalità centinaia di migliaia di cittadini”.

Spaccato, sia prima che dopo la votazione, il Pd, con i tre consiglieri Viale, Cassiani e Centillo capofila dell’ala liberal in contrapposizione rispetto ai “moderati” Genisio, Lospinuso, Porcino e Ferraris, mentre una posizione mediana sulla proposta in questione è stata mantenuta fino alla fine dal sindaco Piero Fassino, astenutosi insieme a quattro colleghi di maggioranza.

Sul piede di guerra, invece, l’intero centrodestra, compatto nel dire “no” a quello che gli esponenti di Forza Italia, Ncd, Fdi e Lega Nord ritengono un passo verso “lo spaccio di Stato, con lo spettro della normativa appena adottata dall’Uruguay dietro l’angolo: La sinistra è puritana sul tabagismo, sull’alcool e sul gioco d’azzardo”, attacca Maurizio Marrone di Fratelli d’Italia, che richiama l’attenzione sulla “la doppia morale dell’antiproibizionismo”.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017