Excite

Carlo Giovanardi al Mardì Gras di Torre del Lago per dire no ai matrimoni gay

  • lanazione.it

Nei mesi scorsi il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alle politiche della famiglia Carlo Giovanardi si è reso protagonista di alcuni scontri con la comunità gay. Ricordiamo, ad esempio, il duro giudizio di Giovanardi sullo spot Ikea definito 'in contrasto con la nostra Costituzione' (il video); oppure il commento sul videogioco Usa 'The Sims 3', che secondo il sottosegretario alla presidenza del Consiglio educa all'omosessualità (leggi la notizia). Adesso Giovanardi ha deciso di confrontarsi con il presidente del Arcigay, Paolo Patané, per dimostrare che gli italiani sono contrari alle unioni omosessuali. L'occasione è stata il festival di Mardì Gras a Torre del Lago Puccini, evento Glbt nato nel 1998.

Annunciando il dibattito, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha detto: 'Sarò in grado di presentare un sondaggio commissionato dal Dipartimento per le politiche della famiglia della presidenza del Consiglio, sull'opinione degli italiani in ordine al matrimonio fra persone dello stesso sesso'.

L'esponente del governo ha spiegato che 'dal sondaggio, che ha valutato anche l'orientamento religioso degli interpellati, emergono dati estremamente interessanti che vanno analizzati con attenzione. Ad esempio, emerge che mentre il 65 per cento degli italiani ritiene che una famiglia debba essere formata da un uomo e da una donna, solo il 30 per cento ritiene invece possibile il contrario. Inoltre, solo il 14 per cento degli italiani contro un 85 per cento di contrari, è favorevole al fatto che le coppie omosessuali possano adottare bambini'.

Lunedì sera Giovanardi, accolto da qualche fischio, ha presentato il sondaggio realizzato su un campione di 3mila persone e così commentato da Patané: 'Questa ricerca non ha valore dal punto di vista scientifico perché è fazioso il modo con il quale sono state formulate le domande'. Durante il dibattito si è poi discusso del disegno di legge sulla violenza sulle minoranze sessuali. A tal proposito il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha detto: 'Sarei stato d'accordo se fosse stata prevista una aggravante per qualsiasi violenza determinata da un orientamento sessuale. Ma non posso accettare che la violenza su un omosessuale sia più grave di una violenza sulle donne'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016