Excite

Carlo Taormina denuncia Antonio di Pietro per 'vilipendio delle istituzioni'

Il discorso di Antonio Di Pietro alla Camera, per il voto di fiducia chiesto dal Governo per i punti programmatici, è stato un duro attacco al Presidente Silvio Berlusconi definitto prima 'spregiudicato illusionista', perché ha nascosto agli italiani la verità sulla situazione economica e non solo. Poi ha aggiunto: 'Lei non è un Presidente del Consiglio ma uno stupratore della democrazia'.

Guarda il video del discorso di Antonio Di Pietro

La reazione del mondo politico è stata immediata e Carlo Taormina, noto penalista, ha annunciato che denuncerà il leader dell'Italia dei Valori alla Procura della Repubblica di Roma per 'vilipendio delle istituzioni costituzionali'. L'aggressività con cui ha espresso i suoi pensieri volevano colpire il Premier e il suo ruolo:

'Il complesso delle affermazioni formulate dall’On.le Di Pietro, proprio perché pronunziate in Parlamento, e senza poter invocare l’insindacabilità in quanto trattasi di infamanti accuse che trascendono la persona fisica dal destinatario, risulta evidentemente diretto a pregiudicare gravemente il prestigio e legittimazione costituzionale del Governo della Repubblica, colpendo il suo esponente concreto e sintetizzante l’organo, qual è notoriamente il Presidente del Consiglio dei Ministri'.

In attesa dell'acquisizione di autorizzazione a procedere del Ministro della Giustizia, Di Pietro rincara la dose e non chiede scusa per le sue parole, anzi spiega meglio il concetto in un'intervista: 'Consiglio di cercare il significato della parola violentare sul dizionario. Io ho qui un Sansoni che traduce la parola con costringere, forzare con violenza morale o fisica. Ebbene noi assistiamo a una violenza della democrazia. Ho semplicemente fotografato un dato di fatto'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016