Excite

Casapound, 3 mesi e 100 euro di multa a Simone Di Stefano per furto della bandiera Ue

  • Facebook

Tre mesi di reclusione e 100 euro di multa per il vicepresidente di Casapound Italia, Simone Di Stefano. Il dirigente dell’organizzazione di destra radicale era stato arrestato dalla Polizia durante un blitz alla sede degli uffici dell’Unione Europea di via IV Novembre a Roma, nel pomeriggio di sabato scorso.

Forconi, scontri in piazza a Torino

Motivo della condanna, il furto della bandiera della Ue, reato attenuato dalla restituzione del vessillo alle forze dell’ordine sopraggiunte sul luogo della protesta, dove si era radunato un centinaio di militanti della forza politica nazionalista ed euroscettica. L’azione eclatante davanti al palazzo istituzionale aveva aperto un dibattito, proprio in queste ore, sulla presenza all’interno dei movimenti aderenti alla galassia di sigle del 9 Dicembre di gruppi estremisti e connotati ideologicamente, come contestato da alcuni leader dei Forconi in occasione delle ultime manifestazioni.

Per solidarizzare con Di Stefano, in vista della decisione del tribunale romano, si erano radunati una settantina di attivisti di Casapound, che chiedavano l’immediata scarcerazione del loro rappresentante. Il giudice monocratico Sabatini, concedendo le attenuanti generiche e preso atto del risarcimento tramite consegna della bandiera europea strappata dal balcone di via IV Novembre, ha dimezzato la pena rispetto a quanto richiesto dal pm (6 mesi e 180 € di ammenda), anche se l’avvocato difensore Domenico Di Tullio aveva chiesto di tenere conto di altri elementi ai fini di una decisione meno severa.

L’accusa di furto aggravato è stata in buona sostanza accolta dal magistrato giudicante, con in più l’obbligo di firma per Simone Di Stefano, che per 2 volte a settimana dovrà recarsi nei locali della questura.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017