Excite

Ruby - Berlusconi: niente bunga bunga ma karaoke e Coca Cola Light

I legali di Silvio Berlusconi, Niccolò Ghedini e Piero Longo, hanno presentato la loro difesa sul caso Ruby. In un fascicolo, hanno raccolto le varie deposizioni di testimoni attendibili, che evidenziano un'altra verità sulle cene ad Arcore, ma che riportano anche molte contraddizioni.

Tutti gli aggiornamenti sul caso Ruby – Berlusconi

I video sul Rubygate

Ruby Rubacuori rivela di non aver mai avuto rapporti sessuali con il Premier, di essere stata portata nella dimora presidenziale per una cena e di aver detto qualche bugia: 'Gli ho detto di avere 24 anni, di essere egiziana, originaria di una famiglia di alto livello sociale, in particolare di essere figlia di una nota cantante e nipote di Mubarak, che pure non avrebbe avuto buoni rapporti con mia madre. Gli ho detto anche di trovarmi in difficoltà per essere stata ripudiata dalla mia famiglia di origine, dopo la conversione al cattolicesimo'.

Dalle carte pare che neanche Nicole Minetti conoscesse l'età della giovane marocchina: 'Quando sono andata in questura ho appreso con grande stupore che Ruby, la quale aveva detto a noi che aveva 24 anni, e che li dimostrava, in realtà era ancora minorenne per qualche mese'. Mentre Giuseppe Spinelli, tesoriere di Berlusconi, la inquadra come una ragazza bisognosa, che è andata più volte nel suo ufficio per chiedergli dei soldi, ma nessuna ricevuta c'è in merito.

La versione di Lele Mora è un po' contraddittoria, invece, perchè dice di aver conosciuto la ragazza nel 2009 ad Arcore in compagnia di due ragazze due ragazzi, ma più volte Ruby ha affermato di aver incontrato il Premier per la prima volta il 14 febbraio del 2010.

Altre testimonianze confermano tutte che nessuno sapeva l'età della ragazza. Il dj Danilo Mariani rivela: 'Il drink più alcolico era a base di champagne. Ruby? Associo questo nome a una ragazza mora, alta, di età intorno ai 20-23 anni'. Mariano Apicella, cantastorie e amico di Berlusconi, conferma: 'Gli unici minorenni erano i nipoti alle cene di famiglia, di Ruby ricordo solo il nome, ma non il viso'.

Quindi niente bunga bunga, niente notti di sesso, ma feste sobrie e divertenti, tutto confermato da Carlo Rossella: 'Tutte le signore erano simpaticamente rispettose e ossequiose nei confronti del Presidente. Non ricordo nessuna che gli desse del tu. Essendo un cronista ho notato che girava molta Coca-Cola light, acqua minerale e qualche amaro. L’unico che ha bevuto una vodka sono stato io. Il Premier era molto simpatico e corretto, raccontava episodi della sua vita, le sue esperienze a Parigi, ogni tanto cantava canzoni di Aznavour, Trenet e Henry Salvador'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016