Excite

Caso Ruby - Imane Fadhil: "Minetti travestita da suora e Iris Berardi da Ronaldinho"

  • Infophoto - YouTube

Imane Fadhil, la marocchina parte civile nel processo parallelo a carico di Fede, Mora e Minetti, si sbottona e il risultato, a leggere i resoconti delle dichiarazioni rilasciate in tribunale, è a dir poco sorprendente.

I BONIFICI DI BERLUSCONI ALLE GEMELLE DE VIVO

Di Nicole Minetti versione suora hot sapevamo già tutto. Quello che, ad esempio, ancora non sapevamo è della performance di Iris Berardi travestita da Ronaldinho. Ed è solo uno dei particolari che emergono dall'interrogatorio dei pm in merito alle serate organizzate a Villa San Martino.

Durante una di queste cene, rimaste alla storia come "Bunga Bunga", Imane Fadhil narra di avere visto "Nicole Minetti e Barbara Fagioli travestite con una tunica nera, un copricapo bianco e la croce, fare una performance tipo sister act per poi spogliarsi". In un'altra serata, invece, è stata Iris Berardi al centro della scena insieme ad una delle gemelle De Vivo: "Ricordo che si travestì da Ronaldinho con tanto di maglia, maschera del giocatore, ha ballato per poi rimanere in perizoma".

GUARDA TUTTE LE FOTO DI IRIS BERARDI

Poi il racconto della prima notte ad Arcore: "Ragazze che si dimenavano usando la lap-dance nella sala del Bunga Bunga" e l'offerta pecuniaria ricevuta da Berlusconi: "una busta con dentro 4 pezzi da 500 euro, 2000 euro in contanti". Poi la conferma di vecchie dichiarazioni: "ad organizzare le serate erano Nicole Minetti ed Emilio Fede". Chi si intratteneva la notte "si fermava per sesso, perchè le ragazze se ne lamentavano e avevano paura delle malattie. Ma tutte facevano a gara per fermarsi perchè chi si fermava prendeva molto di più".

GUARDA IL VIDEO HOT DI IRIS BERARDI

Nel racconto di Imane c'è spazio anche per uno spettacolo 'hard' nella villa dell'ex premier ad Arcore, nel corso del quale Roberta Nigro, rimase "senza mutande". E ancora "performance e denudamenti", in particolare, in una serata "nella saletta del Bunga Bunga la Nigro iniziò a ballare con Lisa Barizonte e le due cominciarono a toccarsi e Lisa tolse le mutandine alla Nigro". Poi "si aggiunse anche la Minetti, che era ben preparata a quello spettacolo, perchè indossava il reggicalze".

GUARDA LE FOTO DI NICOLE MINETTI IN "ORARIO DI LAVORO"

"RUBY POTEVA VENDICARSI, AVEVA FOTO E VIDEO DEL BUNGA BUNGA"
"La giovane marocchina poteva vendicarsi" in quanto aveva saputo da Barbara Faggioli, un'altra delle ragazze ospiti delle serate, che "aveva video e foto molto compromettenti sulle feste e che Berlusconi l'aveva allontanata in quanto minorenne". Imane Fadil ha spiegato al collegio di aver saputo di Ruby durante una cena che si era tenuta nella villa di Lesa, sul Lago Maggiore, il 4 settembre di due anni fa e di aver notato che in quella occasione, "la Faggioli era agitata perchè questa ragazza poteva mettere nei guai Silvio Berlusconi e tutte loro". Barbara Faggioli ha raccontato anche a Imane Fadil che la ragazza era stata fermata a maggio e che si chiamava Ruby.

TUTTE LE PRIME FOTO ONLINE DI RUBY RUBACUORI

Infine un particolare inedito, meno "eccitante" ma più significativo ai fini processuali: "Ho subito pressionì da una persona per andare ad Arcore" tra il maggio e il giugno 2011, e dunque quando il dibattimento a carico dell'ex premier era già cominciato. "Ho incontrato quest'uomo vicino a casa e mi ha dato un telefono non intercettabile per organizzare un appuntamento ad Arcore, ma io non ho voluto".

I legali di Silvio Berlusconi, gli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo, nel corso del controesame della testimone le hanno chiesto perchè non avesse mai raccontato, nemmeno nel verbale dello scorso agosto reso davanti ai pm, dell'episodio di quel "signore misterioso" e delle presunte pressioni per andare ad Arcore a processo già in corso. La ragazza ha risposto: "Avevo paura ed ho paura ancora oggi ad uscire da questo tribunale. Per paura non lo dissi - ha aggiunto - perchè la persona che mi ha consegnato quel telefono durante l'incontro mi minacciò".

"Fede mi fece capire - ha spiegato la ragazza - che non dovevo dire quello che avevo visto ad Arcore". L'ex direttore del Tg4, sempre secondo il racconto della testimone, "mi ha detto 'ci penso io' quando gli avevo chiesto una mano, però non mi ha più aiutata".

IL VIDEO DU GIANFRANCO FINI
Dulcis in fundo spunta un video su Gianfranco Fini: "Silvio Berlusconi mi portò in una stanza dove c'era un iPad.... mi fece vedere un video satirico, una specie di cartone animato dove il presidente della Camera Gianfranco Fini era rappresentato in modo deformato ed era seduto sul gabinetto".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016