Excite

Libia, morto anche il fotoreporter Chris Hondros

Dopo la morte del collega britannico Tim Hetherington, è morto anche il secondo reporter ferito a Misurata, Chris Hondros, americano, 41 anni. I due giornalisti erano stati raggiunti da un colpo di mortaio mentre si trovavano a Tripoli Street, nel centro della città assediata dalle forze governative.

Alcune immagini dei due reporter uccisi a Misurata

Chris Hondros lavorava per Getty Images ed era stato candidato al premio Pulitzer, mentre Tim Hetherington aveva ricevuto una nomination all'Osca per 'Restrepo', un documentario sull'Afghanistan girato insieme al giornalista Sebastian Junger, ed era stato già vincitore del World Press Photo.

Il reporter Chris Hondros, nato a New York nel 1970 da genitori immigrati dalla Germania e dalla Grecia dopo la Seconda Guerra Mondiale, dalla fine degli anni Novanta aveva realizzato reportage da tutte le zone di guerra. E nel 2004 era stato candidato al Pulitzer per il reportage dalle Liberia. Nella sua carriera tanti i riconoscimenti, come la Robert Capa Gold Medal, il massimo riconoscimento per i fotografi di guerra, per il lavoro in Iraq. Nel 2007, poi, era stato dichiarato 'Hero of Photography' dall'American Photo Magazine e nel 2008 era stato uno dei finalisti del National Magazine Award.

Tim Hetherington, nato a Liverpool, ma con la doppia cittadinanza, britannica e americana, era fotografo e regista. Prima di diventare fotoreporter Hetherington aveva insegnato letteratura inglese all'Oxford University. Diversi i conflitti da lui seguiti: Afghanistan, Liberia, Sierra Leone. Hetherington collaborava con la rivista americana Vanity Fair.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016