Excite

Codognè, via le rose rosse dalle aiuole

Da dieci anni le aiuole a bordo delle strade di Codogné sono abbellite da splendide e rigogliose rose rosse, adesso però qualcosa sta per cambiare. Il sindaco del paese in provincia di Treviso, Roberto Bet, ha deciso di eliminarle. Le rose erano state piantate dalla giunta precedente, di sinistra, ma adesso il leghista Bet, eletto lo scorso anno, ha detto basta.

Secondo alcune voci, sarebbe proprio il colore dei fiori ad aver convinto il primo cittadino. Il 'rosso' delle rose non si intonerebbe al colore della nuova giunta. Bet ha però spiegato le ragioni che l'hanno spinto a prendere la tanto discussa decisione. A quanto pare la manutenzione dei roseti coltivati negli spazi pubblici è troppo costosa e le spine delle piante rischiano di ferire i passanti.

Il sindaco ha così deciso di estirpare le rose rosse e di posizionare al loro posto sassi del Piave. Quella che ormai è stata definita la 'guerra delle rose' sembra però non volersi assopire. La decisione della nuova giunta leghista ha, infatti, spaccato il piccolo paese trevigiano. E la scelta motivata parlando di 'ragioni di bilancio e di salute' è diventata un vero e proprio caso politico.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016