Excite

Cognome materno ai figli, la Camera approva: soddisfatto il Pd, astenuti i 5 Stelle

  • Facebook

di Simone Rausi

Lo scorso 7 Gennaio la Corte Europea dei diritti dell’uomo condannava l’Italia per violazione dei diritti umani. Il motivo? Nel nostro paese non è presenta la possibilità di scegliere il cognome materno. O meglio, non era. Ieri – dopo il passaggio del testo per Montecitorio dello scorso Luglio - l’Aula della Camera ha approvato con 239 si il testo unico che permette l’introduzione del doppio cognome nell’ordinamento italiano. Serve adesso il consenso del Senato.

Cognome materno ai figli. La corte Europea condanna l’Italia e dà ragione a Luigi e Alessandra. Leggi la loro storia

Funzionerà più o meno così. Alla nascita, il piccolo potrà avere il cognome del padre o quello della madre. Potrà anche averli entrambi. Nel caso in cui non si dovesse arrivare a un accordo da parte dei genitori allora il figlio prenderà entrambi i cognomi in ordine alfabetico. Se uno dei due genitori dovesse riconoscere tardivamente il figlio, il cognome potrà aggiungersi solo con il consenso dell’altro genitore e del figlio stesso che dovrà però avere almeno 14 anni. La “regola” varrà anche per i figli adottati. In questo caso si potrà aggiungere un solo cognome a quello orginario.

Se la legge dovesse diventare realtà anche i figli maggiorenni che decideranno di aggiungere anche l’altro cognome potranno farlo semplicemente con una dichiarazione all’Ufficiale di Stato Civile. Se a Palazzo Madama dovesse esserci il consenso le nuove disposizioni dovranno essere applicate al massimo entro un anno.

Il voto segreto ha avuto solo 92 no e 69 astenuti. Forza Italia e Scelta Civica hanno lasciato libertà di voto ai deputati senza improntare una linea politica. Il Movimento 5 Stelle ha invece scelto di astenersi dal voto finale. Pd e Sel si sono mostrati favorevoli verso il provvedimento salutandolo come “un altro passo avanti verso la parità dei sessi” (parole di Donatella Ferrante del Pd, presidente della Commissione Giustizia). Un adeguamento agli standard europei che petrò potrebbe generare confusione. Almeno secondo Alessandro Pagano del Nuovo Centro Destra che ha bollato la legge come “Torre di Babele”.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017