Excite

Confronto tra candidati sindaci Roma, De Vito vs Marino: "Conosceva domande in anticipo"

  • video.sky.it

La campagna elettorale per le comunali di Roma è agli sgoccioli, ma a meno di 48 ore dal voto c'è ancora tempo per un po' di fuochi d'artificio. Così, in attesa del contestato comizio conclusivo di Gianni Alemanno (e forse Silvio Berlusconi) al Colosseo - che alla fine resterà aperto ai turisti - ieri sera le scintille sono state su Sky. Come riporta Antonello Piroso su Blogo, infatti, il candidato del M5S, Marcello De Vito, ha accusato quello del Pd, Ignazio Marino, di conoscere in anticipo le domande del confronto.

Ignazio Marino candidato del Pd a sindaco di Roma, trionfa alle primarie

I fatti. De Vito, Marino, Alfio Marchini e Gianni Alemanno sono in studio in attesa che inizi il dibattito, moderato da Gianluca Semprini, quando (pare) il candidato del Pd chiede a quello del M5S cosa ne pensi delle domande. A quel punto - scrive Piroso, riportando le testimonianze dei presenti - De Vito si sarebbe inalberato e avrebbe iniziato a urlare che l'opinione richiestagli da Marino è una "prova evidente che lui le conosceva prima".

Il punto allora è: davvero il candidato sindaco del Pd sapeva in anticipo le domande? E solo lui o anche qualcun altro? Il direttore di Blogo sottolinea che Marino "ha dato l'impressione di rispondere esponendo un po' meccanicamente il suo pensiero, quasi andasse a memoria" e giustamente nota che se il concorrente democratico al Campidoglio si è rivolto così al rivale grillino "non si è dimostrato particolarmente furbo nello scoprire le sue carte".

Anche Repubblica riporta l'episodio, dicendo che "Marino è stato protagonista di un equivoco involontario" e lo liquida spiegando che "la direzione di Skytg24 e lo stesso candidato del centrosinistra hanno smentito chiarendo che il riferimento era ai temi della campagna elettorale", tuttavia il dubbio - inevitabilmente - resta.

Non sarebbe la prima volta, infatti, che Sky scivola sulla gestione di un confronto - se lo ricorda bene il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, accusato a fine dibattito da Letizia Moratti di una condanna per furto, senza possibilità di replica - anche se Marino che chiede all'avversario cosa ne pensi delle domande, fa supporre che o il candidato sindaco del Pd è molto ingenuo (allungando un'ombra poco lusinghiera su di lui e finendo con il fargli più danno che altro) oppure che lo ha fatto in buona fede, pensando che come a lui le domande dovevano essere arrivate a tutti i duellanti (se davvero sono state anticipate). In quest'ultimo caso, l'attenzione si risposterebbe di nuovo su Sky, con un altro inevitabile quesito: chi e perché ha reso questo favore a Marino?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017