Excite

Crisi di governo, Berlusconi pensa anche alla possibilità di diventare ministro

Sembra che il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi stia pensando ad una alternativa nel caso in cui il prossimo 14 dicembre il suo governo verrà sfiduciato. L'obiettivo è la fiducia piena, in caso contrario si punterà alle elezioni anticipate. Qualsiasi cosa accada dal 15 dicembre Berlusconi valuterà il 'da farsi', che potrebbe prevedere anche l'ipotesi di un esecutivo guidato da un altro esponente del Pdl e con il Cavaliere nel ruolo di ministro.

E' solo un'ipotesi estrema, da prendere in considerazione qualora il panorama che si profilerà non lasci la possibilità di altre alternative. Ma potrebbe accadere. Del resto, in questo modo, ricoprendo il ruolo di ministro, il legittimo impedimento sarebbe ancora valido.

Intanto il premier ha affermato: 'Io sono sicuro che avremo i numeri anche alla Camera. Verdini e La Russa me lo hanno giurato. E comunque non voglio farmi ricattare da nessuno'. Nonostante tanta certezza, Berlusconi pare stia pensando anche a soluzioni alternative. Ecco, quindi, profilarsi all'orizzonte l'ipotesi di andare a ricoprire il ruolo di ministro, magari proprio degli Esteri, dicastero che ha già ricoperto ad interim, in un nuovo esecutivo guidato da un altro esponente Pdl.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016